Sicurezza

Le tecnologie che aiutano i cyber tiranni

Silicon è il sito di tecnologia dedicato alle strategie delle aziende IT che cavalcano i nuovi trend di mercato, dal cloud computing alla virtualizzazione, dal mobile al byod. Analisi, approfondimenti, prove di app e prodotti, oltre alle notizie quotidiane, fanno di Silicon l’appuntamento giornaliero per i manager che vogliono capire come la tecnologia possa aiutarli nel fare business. Su queste tematiche Silicon realizza interviste agli attori del mercato e reportage dai principali eventi, sia in Italia sia all’estero.

Non solo la Cina censura online: una dozzina di paesi, tra cui spiccano Birmania e Iran, mettono il bavaglio agli utenti Internet. Ecco con quali tecnologie

Mentre la Cina fa la voce grossa a Google per obbligare il motore di ricerca a rimettere la censura online, là fuori nel mondo reale c’è una “sporca dozzina” di cyber-tiranni che imbavagliano la Rete: nel mucchio spiccano Birmania e Iran. La censura è ormai un affare globale, ben due dozzine di paesi al mondo la applicano sistematicamente a un ampio spettro di informazioni.

Ma quali sono le tecnologie che aiutano i cyber tiranni? La Tv, i voli aerei di controllo dall’alto (Unmanned aerial vehicles – UAV), i database Dna, il Gps, le ID card, la complicità delle grandi aziende (Cisco ha contribuito a realizzare il Great Firewall cinese, Google, Microsoft e Yahoo! hanno accettato la normatica cinese eccetera), Malware/keyloggers e spyware, le videocamere CCTV (che rendono attuale la profezia Orwelliana di 1984), i database (il data retention, di cui anche Facebook è accusata a volte di abusare), il monitoraggio Web e i Firewalls

Tempo fa Reporters Sans Frontières (Rsf) ha rilasciato la Guida pratica del blogger e del cyberdissidente, che insegna i trucchi per aggiornare i blog senza finire nelle maglie della censura dei cyber-tiranni.