Sicurezza

Gli aggiornamenti del software Apple sotto la lente di PacketShaper

Silicon è il sito di tecnologia dedicato alle strategie delle aziende IT che cavalcano i nuovi trend di mercato, dal cloud computing alla virtualizzazione, dal mobile al byod. Analisi, approfondimenti, prove di app e prodotti, oltre alle notizie quotidiane, fanno di Silicon l’appuntamento giornaliero per i manager che vogliono capire come la tecnologia possa aiutarli nel fare business. Su queste tematiche Silicon realizza interviste agli attori del mercato e reportage dai principali eventi, sia in Italia sia all’estero.

Un nuovo plug-in per PacketShaper di Blue Coat tiene sotto controllo il software di Apple e consente alle aziende di conoscere e controllare il modo in cui le applicazioni utilizzano la larghezza di banda

Blue Coat ha rilasciato un nuovo plug-in software che aggiunge gli aggiornamenti del software Apple, compresi quelli di iTunes, di Safari e di iPhone, alle applicazioni che le appliance PacketShaper sono in grado di individuare, monitorare, e controllare. Con la capacità di identificare circa 700 applicazioni, le appliance PacketShaper consentono alle aziende di conoscere e controllare completamente il modo in cui le applicazioni utilizzano la larghezza di banda nei punti di accesso del gateway Internet o sulla WAN (Wide Area Network) per la connessione alle filiali.

Gli aggiornamenti del software Apple possono avere dimensioni notevoli. Anche se i dipendenti hanno installato iTunes sui computer aziendali per utilizzarlo solo nei momenti di pausa dal lavoro, il download degli aggiornamenti periodici del software Apple può avvenire mentre si è collegati alla rete aziendale e consumare una porzione o tutta la larghezza di banda disponibile. Le appliance PacketShaper sono in grado di identificare questi specifici aggiornamenti software e limitare la quantità di larghezza di banda ad essi assegnata oppure di implementare regole relative a ciò che può essere scaricato, in quale ora del giorno e con quali priorità.

La nuova classificazione degli aggiornamenti del software Apple si integra con la capacità esistente di individuare, monitorare e controllare brani musicali, video e altri contenuti scaricati dallo store di iTunes.
Oltre a gestire l’utilizzo della larghezza di banda e la priorità degli aggiornamenti del software Apple con le appliance PacketShaper, le aziende che hanno adottato le appliance ProxySG possono beneficiare di un enorme risparmio in termini di larghezza di banda in quanto gli aggiornamenti del software, come quelli di iTunes, possono essere collocati nella cache a livello del gateway Internet o della filiale così da essere scaricati una volta sola e non ogni volta che un utente ne fa richiesta. Con le appliance PacketShaper si ha la garanzia che anche un unico download non consumerà la larghezza di banda necessaria per altri processi fondamentali.

Il nuovo plug-in software è offerto gratuitamente ai clienti dotati di un contratto di manutenzione in corso.