Sicurezza

Eff lancia allarme impronte digitali sul Web

Silicon è il sito di tecnologia dedicato alle strategie delle aziende IT che cavalcano i nuovi trend di mercato, dal cloud computing alla virtualizzazione, dal mobile al byod. Analisi, approfondimenti, prove di app e prodotti, oltre alle notizie quotidiane, fanno di Silicon l’appuntamento giornaliero per i manager che vogliono capire come la tecnologia possa aiutarli nel fare business. Su queste tematiche Silicon realizza interviste agli attori del mercato e reportage dai principali eventi, sia in Italia sia all’estero.

I dati preliminari del progetto Panopticlick sono allarmanti: chi naviga sul Web è schedabile in poche mosse. I dati definitivi a luglio al Privacy Enhancing Technologies Symposium di Berlino

Proprio mentre deflagra la bomba dei dati Wi-Fi raccolti per anni per errore da Google, mentre fotografava in giro per Street View, Electronic Frontier Foundation (Eff) lancia unn nuovo allarme privacy.

Il Web è un Panopticon? Si direbbe di sì dai dati d’anteprima del progetto Panopticlick. I dati definitivi verranno presentati a luglio in occasione del Privacy Enhancing Technologies Symposium (PETS 2010) di Berlino.

Ma i dati preliminari sono già eloquenti: gli utenti online che navigano in Rete lasciano impronte digitali che possono essere sfruttate per identificarle. Secondo Electronic Frontier Foundation (EFF), l’84% delle configurazioni combinate presenti sulle macchine degli utenti è unico come il Dna. E può essere tracciato da malintenzionati, e messo a disposizione esperti di advertising e siti web.

Esistono valori e caratteristiche specifiche associate ad ogni software di navigazione che, nel momento di accesso a un sito web (User Agent, header di accesso su HTTP, dettagli sui plugin installati, fuso orario, dimensioni e profondità di colore del desktop, font di sistema, cookie e “supercookie” attivi), sommati insieme, di fatto identificano in maniera univoca un utente dall’altro. Come il Dna o un’impronta digitale.

panopticlick-370x153.png

Panopticlick: online siamo tutti schedabili?