Sicurezza

Con Data Insight Symantec pensa alla protezione e alla gestione dei dati non strutturati

Silicon è il sito di tecnologia dedicato alle strategie delle aziende IT che cavalcano i nuovi trend di mercato, dal cloud computing alla virtualizzazione, dal mobile al byod. Analisi, approfondimenti, prove di app e prodotti, oltre alle notizie quotidiane, fanno di Silicon l’appuntamento giornaliero per i manager che vogliono capire come la tecnologia possa aiutarli nel fare business. Su queste tematiche Silicon realizza interviste agli attori del mercato e reportage dai principali eventi, sia in Italia sia all’estero.

Con Data Insight Symantec migliora la governance dei dati non strutturati . La nuova tecnologia farà la sua comparsa nella soluzione di Data Loss Prevention

Frutto di un ‘attività di sviluppo interno sulla base di un progetto nato in ambito storage e poi fatto proprio dalla sicurezza , Symantec annuncia una nuova tecnologia orientata alla governance dei dati in ambito aziendale. Data Insight è al momento una tecnologia che sarà gradualmente nel tempo integrata nelle diverse soluzioni di Symantec. Si parte con la Data Loss Prevention. Seguiranno le soluzioni di storage archiving e quelle di gestione delle informazioni.
Tramite Data Insight le organizzazioni potranno migliorare la governance dei dati . Insight, come dice il nome stesso, permetterà di avere una vista degli owner e dell’utilizzo dei dati di tipo non strutturato, file, documenti, fogli di lavoro ed email.Il punto nodale è un approccio unificato alla governance dei dati . Le organizzazioni potranno allineare gli asset informativi con gli obiettivi di business con due attività principali: la remediation dei dati critici esposti verso l’estero e l’ottimizzazione degli ambienti di storage. Data Insight sarà disponibile dapprima come parte della soluzione di Data Los Prevention di Symantec.

 L’obiettivo è di permettere l’identificazione delle informazioni critiche per poi semplificare pulizia e remediation dei dati attraverso un’attività automatica basata sull’identificazione del possessore dei dati . L’idea è che spesso i dati non strutturati e i sistemi di file condivisi propongono informazioni che esposte verso l’esterno presentano un rischio significativo di perdita di dati . Il monitoraggio continuo dell’uso dei dati permette alle imprese di aderire alle procedure di sicurezza e alla compliance .

Il passo successivo riguarda la gestione dello storage, in particolare l’ottimizzazione dei costi di mantenimento di quantità di dati in continua crescita. Qui diventa essenziale , per assicurare il tiering delle informazioni nel corso del loro ciclo di vita in azienda. ottimizzare tramite Data Insight il costo del loro mantenimento negli apparati di storage con decisioni per il backup e il ripristino basate sul contesto e sulla frequenza d’uso dei dati.