SicurezzaSoftware

Check Point mette al sicuro il browser

Silicon è il sito di tecnologia dedicato alle strategie delle aziende IT che cavalcano i nuovi trend di mercato, dal cloud computing alla virtualizzazione, dal mobile al byod. Analisi, approfondimenti, prove di app e prodotti, oltre alle notizie quotidiane, fanno di Silicon l’appuntamento giornaliero per i manager che vogliono capire come la tecnologia possa aiutarli nel fare business. Su queste tematiche Silicon realizza interviste agli attori del mercato e reportage dai principali eventi, sia in Italia sia all’estero.

Con la disponibilità di ZoneAlarm Force Field pensa anche a una versione per le aziende

Check Point intende dare il via anche a una versione enterprise di ZoneAlarm ForceField, la sua soluzione di sicurezza con browser virtualizzato che permette ai consumatori di effettuare operazioni bancarie e acquisti online, o di navigare in aree Web a rischio senza limiti o pericoli.
Il software crea nel personal computer un browser virtuale, non una macchina virtuale completa, virtualizzando solo quelle parti del sistema operativo che interagiscono con Internet. Durante le sessioni con il browser virtuale ogni attacco viene intrappolato e isolato dal resto del computer.

ForceField include inoltre una modalità Privacy che cancella tutti i dati personali dal PC locale dopo una sessione web per proteggere ulteriormente la privacy del consumatore. Altre attività di protezione di ForceField riguardano antiphishing, jamming di keylogger e identificazione di di download pericolosi.
ZoneAlarm ForceField si integra con Internet Explorer o Firefox. Il software (meno di 4 Mb) si installa immediatamente senza richiedere il reboot del sistema. Il prodotto opera insieme a qualsiasi antivirus, antispyware, firewall o suite di sicurezza. ForceField è compatibile solo con PC e supporta Windows XP e Windows Vista.