Data storageEnterpriseSicurezza

Brera (Netasq Italia): virtualizzare è un’arte, la sicurezza è una necessità

Giornalista professionista dal 2000. Da 15 anni, Stefano si occupa di giornalismo Ict maturando competenze anche nel consumer electronics. Stefano ha iniziato la sua esperienza giornalistica nel 1996 presso la redazione economica di ItaliaOggi.

Alberto Brera, country manager di Netasq Italia, spiega i motivi per i quali le aziende dovrebbero proteggere da attacchi le infrastrutture informatiche virtualizzate

Alberto Brera, country manager di Netasq Italia, spiega le strategie dell’azienda in questa videointervista. E lo fa sia annunciando l’ultimo prodotto della società, sia esplicitando a quali rischi le imprese ‘virtualizzate’, anche se piccole, vanno incontro se non si mettono al riparo. Infine, Brera si sofferma sulle motivazioni che hanno spinto Netasq a proporre le nuove appliance di sicurezza (virtual security appliances).

Domande scritte, risposte in video.

  • Come si differenzia la richiesta di virtualizzazione tra grandi e piccole imprese?
  • Il fenomeno della virtualizzazione sembra riguardare maggiormente le grandi imprese. In realtà alcuni vendor stanno spostando l’attenzione anche verso aziende medie e piccole. Perché le Pmi dovrebbero virtualizzare?
  • Quali rischi comporta la virtualizzazione, soprattutto in termini di sicurezza?
  • Che esigenze vanno a risolvere le soluzioni di Netasq?
  • Siamo ancora in una fase di divulgazione del concetto di virtualizzazione nella sicurezza. Qual è il modo, secondo lei, per rendere consce le aziende?
  • Avete in previsione un aumento dei partner?