ProgettiPubblica Amministrazione

A Fastweb e Maticmind la manutenzione IT della PA italiana

Silicon è il sito di tecnologia dedicato alle strategie delle aziende IT che cavalcano i nuovi trend di mercato, dal cloud computing alla virtualizzazione, dal mobile al byod. Analisi, approfondimenti, prove di app e prodotti, oltre alle notizie quotidiane, fanno di Silicon l’appuntamento giornaliero per i manager che vogliono capire come la tecnologia possa aiutarli nel fare business. Su queste tematiche Silicon realizza interviste agli attori del mercato e reportage dai principali eventi, sia in Italia sia all’estero.

Google + Linkedin Subscribe to our newsletter Write a comment

Il gruppo di aziende capitanato da Fastweb si occuperà di varie componenti infrastrutturali ma anche delle singole postazioni di lavoro, per le PA centrali e locali

Il raggruppamento temporaneo di imprese guidato da Fastweb e Maticmind si è aggiudicato la gara per la fornitura dei servizi di gestione e manutenzione delle infrastrutture IP e delle postazioni di lavoro presenti presso le Pubbliche amministrazioni. L’importo complessivo della fornitura è pari a 346 milioni di euro.

Più in dettaglio, l’oggetto della gara conquistata è la fornitura dei servizi di gestione e manutenzione dei diversi sistemi tecnologici presenti presso le sedi delle Pubbliche Amministrazioni centrali e locali. In particolare, è prevista la gestione e manutenzione di centrali telefoniche, apparati di reti locali, apparati di sicurezza, postazioni di lavoro e server, interventi sul cablaggio, attività di presidio e di service desk.

ict-paFastweb si è aggiudicata tutti i cinque lotti della gara che comprendono le Pubbliche amministrazioni Centrali e quelle locali di tutte le Regioni italiane. La Convenzione avrà una durata di 18 mesi dalla data di attivazione e può essere prorogata fino a un massimo di ulteriori 12 mesi. I singoli contratti di fornitura hanno durata minima di 24 mesi e massima di 48, con modularità di un anno.

Secondo Fastweb l’accordo costituisce “un importante passo verso la standardizzazione e l’efficienza dei servizi ICT“, perché le Amministrazioni possono richiedere servizi di gestione e manutenzione su numerosi sistemi utilizzando un unico strumento contrattuale.