Progetti

La stella Energy Star per il data center di NetApp

Silicon è il sito di tecnologia dedicato alle strategie delle aziende IT che cavalcano i nuovi trend di mercato, dal cloud computing alla virtualizzazione, dal mobile al byod. Analisi, approfondimenti, prove di app e prodotti, oltre alle notizie quotidiane, fanno di Silicon l’appuntamento giornaliero per i manager che vogliono capire come la tecnologia possa aiutarli nel fare business. Su queste tematiche Silicon realizza interviste agli attori del mercato e reportage dai principali eventi, sia in Italia sia all’estero.

Il data center NetApp è il primo a ottenere dall’EPA il riconoscimento
Energy Star per l’efficienza energetica.In questo modo NetApp riduce di 95mila ton/anno le emissioni di CO2

NetApp ha ricevuto dall’agenzia statunitense per la protezione ambientale (EPA, Environmental Protection Agency) il riconoscimento Energy Star per il suo data center situato nel centro tecnologico Research Triangle Park (RTP) . Aperto nel 2009, è il primo data center ad ottenere questa certificazione.
La scala di prestazioni energetiche Energy Star aiuta le aziende a valutare quanto efficacemente i loro data center impiegano l’energia rispetto ad altre realtà simili a livello nazionale. Possono candidarsi solamente i data center che ottengono un punteggio superiore o uguale a 75 (su una scala da 0 a 100) e NetApp ha raggiunto 99 punti. Il data center è utilizzato principalmente nelle attività di ricerca oltre che nello sviluppo e miglioramento delle tecnologie per l’efficienza dello storage e delle infrastrutture condivise utilizzate nel cloud computing e nell’IT on demand. Grazie all’unicità del progetto che sta alla base del data center RTP, NetApp ha ridotto le emissioni di CO2 di 95000 tonnellate all’anno .

Tra le caratteristiche del data center che hanno permesso a NetApp di ottenere la certificazione Energy Star:
* Temperatura media dell’aria di alimentazione di 23°C anziché di 13°-15°: porta ad una drastica riduzione dei i costi di raffreddamento.
* Airside economizer: per il raffreddamento del data center si utilizza per il 67% del tempo durante l’anno solamente aria esterna (free cooling).
* Corridoio freddo di contenimento: separazione di aria calda e fredda per proteggere l’aria in ingresso da quella calda di ritorno dai rack
* Distribuzione dell’aria dall’alto: invece di pompare aria fredda attraverso i pavimenti rialzati.

Il programma Energy Star è stato introdotto dall’EPA nel 1992 come collaborazione volontaria per ridurre l’emissione dei gas serra con l’efficienza energetica. Oggi l’etichetta viene applicata a più di 60 diverse tipologie di prodotti, abitazioni ed edifici commerciali e industriali.