CioEnterpriseProgettiSoftware

CIOnet, una community anche per i CIO italiani

Silicon è il sito di tecnologia dedicato alle strategie delle aziende IT che cavalcano i nuovi trend di mercato, dal cloud computing alla virtualizzazione, dal mobile al byod. Analisi, approfondimenti, prove di app e prodotti, oltre alle notizie quotidiane, fanno di Silicon l’appuntamento giornaliero per i manager che vogliono capire come la tecnologia possa aiutarli nel fare business. Su queste tematiche Silicon realizza interviste agli attori del mercato e reportage dai principali eventi, sia in Italia sia all’estero.

Poco prima di quello francese, prende il via anche in Italia il network dei CIO delle grandi aziende. Tenuta a battesimo da Alfredo Gatti e dal suo team di Nextvalue, CIOnet sbarca in Italia dopo una lusinghiera espansione in Benelux , Spagna e UK. Il primo nucleo attivo di 50 iscritti e i componenti dell’Advisory Board italiano hanno il compito di reclutarne un migliaio entro il prossimo anno secondo rigidi criteri selettivi e senza infiltrazioni commerciali a partire da un bacino possibile stimato in 2.300 persone.

Per l’occasione Hendrik Deckers, fondatore della rete sociale, parla del più grande network di CIO e IT manager attivo in Europa (duemila iscritti previsti per fine anno) . La novità rispetto ad altre associazioni e gruppi di interesse – con i quali non c’è nessuna contrapposizione di principio, ma molta voglia di collaborare – sta nella piattaforma sulla quale tenersi in contatto con i propri pari in puro stile web 2.0, con iniziative e dibattiti che nasceranno e vivranno online. Ma, come precisano i responsabili del capitolo italiano di CIOnet, sono previsti anche momenti di incontro personale in Italia e in Europa , secondo un programma annuale deciso dal comitato di gestione locale.

Guidato da Enzo Bertolini, CIO del gruppo Ferrero, l’Advisory Board di CIOnet Italia si è già dato un tema di dibattito, quello della gestione della trasformazione dell’IT su scala internazionale e della liberazione di risorse e competenze per fare innovazione.
Il programma preliminare di attività prevede già un Summit di CIOnet Italia per la metà del prossimo anno e una serie di quattro incontri riservati alla community a partire dall’ottobre di quest’anno. La volontà di crescere c’è insieme a quella di tenere fuori dalla porta qualsiasi influenza degli sponsor aziendali ed editoriali – che pure sono i benvenuti. E in attesa di coinvolgere anche le organizzazioni pubbliche italiane .
Il Summit europeo annuale di CIOnet fissato per l’inizio dell’anno prossimo segnerà il primo traguardo: l’obiettivo è di raggiungere 4 mila iscritti entro la fine del prossimo anno.