MobilityNetworkService provider

Wind Italia diventa russa. Sarà parte del gruppo VimpelCom

Silicon è il sito di tecnologia dedicato alle strategie delle aziende IT che cavalcano i nuovi trend di mercato, dal cloud computing alla virtualizzazione, dal mobile al byod. Analisi, approfondimenti, prove di app e prodotti, oltre alle notizie quotidiane, fanno di Silicon l’appuntamento giornaliero per i manager che vogliono capire come la tecnologia possa aiutarli nel fare business. Su queste tematiche Silicon realizza interviste agli attori del mercato e reportage dai principali eventi, sia in Italia sia all’estero.

C’è l’ok della proprietà, l’egiziano Naguib Sawiris: Wind si fonde con il gruppo russo VimpelCom e dà vita così a un operatore da 21,5 miliardi di dollari e 174 milioni di clienti. Tutta Wind italia passa ai russi

Wind Italy diventa russa. L’ok dell’egiziano Naguib Sawiris di Wind alla fusione con il gruppo russo VimpelCom porta alla nascita del quinto gruppo Tlc al mondo, un operatore da 21,5 miliardi di dollari e 174 milioni di clienti. In base ai termini della transazione, VimpelCom possederà il 51% di Weather Investments SpA di Sawiris nell’egeziana Orascom Telecom Holding SAE e tutta l’italiana Wind Telecomunicazioni SpA. Gli azionisti di Weather otterranno il 20% del risultato del merger. VimpelCom è nata dal consolidamento fra il miliardario russo Mikhail Fridman e la norvegese Telenor Asa. Il nuovo gruppo Tlc, nato dalla fusione, totalizza 21.5 miliardi di dollari (nel 2009) con 174 mililioni di clienti e un ebitda di 9,5 miliardi. Wind Italy ha un debito netto pari a 8.29 miliardi di euro.

Naguib Sawiris
Naguib Sawiris