NetworkProgettiSoftware

VMware apre VMworld 2010 con Java per il cloud e un rinnovato View

Giornalista. Ha collaborato con TechWeekEurope IT fin dal suo inizio

Follow on: Google +

VMware introduce una piattaforma di sviluppo per il cloud computing basata su Spring per Java e i servizi applicativi di vFabric. Poi riprende View e ne propone la versione 4.5. Un approccio “user-centric” assicura accesso sicuro alle applicazioni e ai dati da qualsiasi dispositivo

VMware ha annunciato una piattaforma applicativa per il cloud computing ( Cloud Application Platform) che fa tesoro di alcune acquisizioni (la divisione SpringSource) e combina il framework Spring di sviluppo Java con i nuovi servizi applicativi vFabric.

L’annuncio arriva dall’evento VMworld 2010 in corso a San Francisco. Al centro di questa edizione di VMworld una nuova strategia rivolta alle software house interessate a realizzare applicazioni moderne in grado di condividere informazioni in maniera intelligente all’interno di un’infrastruttura IT massimizzata nelle prestazioni e nella qualità del servizio.

vFabric, che si appoggia a vSphere, apporta alla nuova piattaforma un insieme completo di servizi applicativi che vanno da un application server alla gestione dei dati, da una messaggistica cloud ready al load balancing dinamico. La Cloud Computing Platform ha un ruolo strategico nella visione dell’IT come servizio (Itaas) di Vmware che si dichiara impegnata nel trasformare la tradizionale prospettiva dell’IT aziendale come centro di costo in un nucleo in grado di creare valore al business aziendale. La soluzione strizza l’occhio alla larghissimo comunità ( 2,5 milioni ) degli sviluppatori Java con Spring. Questi saranno in grado di costruire nuovi applicativi a partire da un ambiente famigliare e nello stesso tempo potranno tenere aperte le scelte sull’ambiente di produzione che putrà essere tradizionalmente on premises oppure su cloud pubbliche come VMforce o Google . Il software è già disponibile sotto forma di download.