Data storageNetwork

Storage, Ibm acquisisce Diligent Technologies ( deduplicazione dei dati)

Silicon è il sito di tecnologia dedicato alle strategie delle aziende IT che cavalcano i nuovi trend di mercato, dal cloud computing alla virtualizzazione, dal mobile al byod. Analisi, approfondimenti, prove di app e prodotti, oltre alle notizie quotidiane, fanno di Silicon l’appuntamento giornaliero per i manager che vogliono capire come la tecnologia possa aiutarli nel fare business. Su queste tematiche Silicon realizza interviste agli attori del mercato e reportage dai principali eventi, sia in Italia sia all’estero.

La società sviluppa le soluzioni ProtecTier di deduplicazione dei dati

Ibm ha comunicato l’acquisizione di Diligent Technologies che sviluppa tecnologie di deduplicazione dei dati. La sede centrale della società acquisita è a Framingham (Massachusetts) e la divisione Ricerca&Sviluppo è a Tel Aviv (Israele). Diligent entrerà a far parte della divisione System Storage di Ibm. Diligent sviluppa software per la deduplicazione dei dati inline integrato con le infrastrutture server e storage Le medie e grandi imprese hanno data center sempre più complessi e di difficile gestione e, allo stesso tempo, devono poter contare su soluzioni storage per poter gestire una quantità crescente di dati . L’acquisizione di Diligent contribuirà ad arricchire l’offerta di Ibm che propone nuovo modello di Enterprise Data Center basato sulle migliori practice per la virtualizzazione, lo sviluppo di tecnologie informatiche green, la gestione dei servizi e il cloud computing.
Le ricerche indicano che un numero sempre maggiore di organizzazioni sta investendo su soluzioni di deduplicazione di dati per e-mail, database e altre applicazioni storage-intensive e mission-critical.
Secondo un recente studio condotto da “TheInfoPro” su 152 imprese della lista Fortune 1000, il 56 per cento ha destinato alla de-duplicazione maggiori somme di denaro nel 2007 rispetto al 2006 e si prevede che questa tendenza proseguirà anche nel 2008.
In pochi mesi, dall’inzio del 2008, si tratta della terza acquisizione effettuata da Ibm nell’ambito dello storage, dopo XIV, specializzata in soluzioni storage per applicazioni Web 2.0, archivi e media digitali, e dopo FilesX, fornitore software, leader nel settore, per la protezione continua dei dati nell’ambito di applicazioni mission-critical e uffici remoti.. Recentemente Ibm ha portato a termine altre acquisizioni strategiche nell’ambito dello storage quali Arsenal, NovusCG e Softek.