Data storageEnterpriseNetwork

Stefano Venturi (Cisco): Start up, Expo 2015, tecnologie abilitanti…

Direttore responsabile di Silicon, ITespresso, ChannelBiz e Ubergizmo dalla nascita, ama analizzare le dinamiche del mercato IT e le strategie dei vendor. Scrive da più di vent’anni di tecnologie, acquisizioni, hardware e software. Modera convegni e seminari. In passato ha diretto Techweekeurope, Gizmodo, Vnunet, PC Magazine e PC Dealer, iniziando il percorso professionale a Computerworld Italia dopo la laurea.

VIDEOINTERVISTA – All’inaugurazione del centro Cisco Business Collaboration a Vimercate, l’amministratore delegato di Cisco spiega perché il centro permetterà ad aziende e istituzioni di dialogare, confrontarsi e incontrare idee innovative

“L’obiettivo del centro è fare partire l’innovazione, per abilitare la trasformazione delle aziende e dell’amministrazione. L’Italia è un paese con enormi potenzialità inespresse, con molta farraginosità. Il nostro scopo è abilitare le imprese e le amministrazioni ad apprendere le nuove tecnologie che sposano la nostra visione della rete”. E’ Stefano Venturi – amministratore delegato di Cisco Italy – a inaugurare il nuovissimo centro Cisco Business Collaboration (CBC) a Vimercate, corollario della strategia Cisco degli ultimi 15 anni: un centro che fa della collaborazione e della condivisione di dati, voce e video lo strumento per eliminare le barriere temporali e geografiche all’interno delle aziende, per facilitare lo sviluppo di nuovi progetti e realtà. Un centro facilitatore del business, in momenti in cui ricerca, aziende, istituzioni faticano spesso a dialogare.

A Stefano Venturi – che ha tagliato il nastro alla presenza del presidente del consiglio dei ministri Silvio Berlusconi, e dei ministri Maroni e Gelmini – abbiamo rivolto qualche domanda chiave, per capire se l’alleanza tra imprese, istituzioni, ricerca e tecnologia è davvero fattibile. E quali sono gli obiettivi di Cisco legati al nuovo CBC (partendo dall’interesse per le start up fino ai progetto per l’Expo 2015).
Nella videointervista le risposte.