NetworkNetwork management

Ptc: il Cad è rivitalizzato grazie all’Iot

Giornalista professionista dal 2000. Da 15 anni, Stefano si occupa di giornalismo Ict maturando competenze anche nel consumer electronics. Stefano ha iniziato la sua esperienza giornalistica nel 1996 presso la redazione economica di ItaliaOggi.

Il management di Ptc spiega le linee guida della società alla luce delle novità legate al nuovo piano industriale, all’ascesa dell’Iot e alle implicazioni per Plm e Cad

L’evoluzione della realtà aumentata passa per la virtualizzazione del mondo fisico. E con questa visione che, anche il tessuto manifatturiero, si deve adeguare a questo cambiamento in modalità repentina. A pochi giorni dalle nuove nomine, il management Ptc rappresentato da Stefano Rinaldi, senior vice president e general manager western Europe, Paolo Delnevo, sales vice president Ptc Italy e Fabrizio Ferro, director presales, è intervenuto spiegando la convergenza tra mondo fisico e mondo digitale ossia la digitalizzazione dell’ingegneria nell’era Iot. “La convergenza può essere il momento di svolta in un mercato in cui le aziende manifatturiere possono trarre un beneficio di business importante”, dice Rinaldi.

Stefano Rinaldi
Stefano Rinaldi

La società ha presentato un nuovo piano industriale che si spalma su una crescita declinata su una forte leva degli investimenti. “Sull’Iot, il mercato è in crescita con una geometria frammentata. Consideriamo Ptc in posizione di leadership perchè vogliamo attuare una strategia che tenga testa in questo mondo in trasformazione. Il differenziante oggi è una piattaforma onnicomprensiva caratterizzata dal nucleo centrale per l’analisi dei dati. L’onda innovativa dell’Iot è elemento di svolta verso soluzioni core come Plm e Cad quindi un punto di collegamento tra mondo fisico e virtuale. La crescita è a due cifre, negli ultimi quattro anni, e vogliamo utilizzare le tecnologie dell’Iot per costruire Cad e Plm del futuro. Usciamo da un quinquennio particolare – spiega Rinaldi – nel quale il valore della subscription ha fruttato, nel solo 2016, il 50% del fatturato”, afferma.

Paolo Delnevo
Paolo Delnevo

Delnevo è stato nominato sales vice president Ptc in Italia e afferma che “Ptc ha sfruttato le acquisizioni per fare il meglio su se stessa e per rivendere il tutto sulle nostre tecnologie. A livello aziendale – continua – è stata creata una figura di market manager, una figura commerciale che analizza le esigenze e gli obiettivi anche dei clienti. Inoltre siamo in linea con l’apertura di un channel partner program in Italia. Tre anni fa è stato definito il modello di go to market con un modello ibrido dove il channel partner va a braccetto con Ptc per clienti, per ampliare il portafoglio. I partner storici non sono sufficienti quindi stiamo cercando partner che abbiano un approccio verticale verso un percorso di digitalizzazione”.

A Fabrizio Ferro, director presales, il compito di descrivere le evoluzioni tecnologiche della società a partire da Ptc Navigate, Windchill 11, Creo 4.0 e thingworx, che è frutto di un’acquisizione. Un sistema di App dedicate e sviluppate da Ptc ma anche app che possono essere costruite ad hoc e, soprattutto, una certezza: il cad non è morto perché rivitalizzato dall’Iot.

Whitepaper: Vuoi saperne di più sul tema? Scarica il nostro whitepaper: Come dare più valore ai dati aziendali