Network

Nasce Brocade One, ancora una nuova architettura per unificare il networking

Silicon è il sito di tecnologia dedicato alle strategie delle aziende IT che cavalcano i nuovi trend di mercato, dal cloud computing alla virtualizzazione, dal mobile al byod. Analisi, approfondimenti, prove di app e prodotti, oltre alle notizie quotidiane, fanno di Silicon l’appuntamento giornaliero per i manager che vogliono capire come la tecnologia possa aiutarli nel fare business. Su queste tematiche Silicon realizza interviste agli attori del mercato e reportage dai principali eventi, sia in Italia sia all’estero.

L’elenco dei fornitori con una nuova visione per il data center si allunga con Brocade che raggiunge Cisco, Juniper con Brocade One , una nuova architettura unificata di rete

Brocade ha colto l’occasione del suo evento annuale (Technology Day) per presentare una nuova architettura di rete che supporta la strategia aziendale di aiutare i clienti a semplificare la complessità della virtualizzazione delle applicazioni. Con Brocade One sono arrivate anche nuove soluzioni e tecnologie di ottimizzazione delle reti dei data center. La premessa da cui è partita Brocade è quella di un’evoluzione delle infrastrutture IT verso un ambiente virtualizzato di servizi on demand abilitati attraverso il cloud computing. Brocade ha dalla sua anche due partner di peso come Hp e Dell. Brocade One entra in competizione con UCS di Cisco e il progetto Stratus di Juniper.
L’architettura combina gli switch di rete core dedicati allo storage di Brocade con la gamma dei router Ethernet acquisita dal Foundry e li ottimizza per operare attraverso un fabric convergente per ambienti in cui si server sono virtuali. Brocade ha perfino creato uno slogan per l’iniziativa che ricorda quello di un tempo di Sun Microsystems ( “The network is the data center” ).
Al centro di Brocade One stanno due software che girano sugli switch della società, Virtual Cluster Switching (VCS) and Virtual Access Layer (VAL). Il promo permette a un gruppo di switch di essere gestito in modo unitario, mentre VAL permette la mobilità delle macchine virtuali.
L’attesa dei prodotti si protrarrà fino alla fine dell’anno.