M2MNetwork

IDC fa i conti sul 2016 dell’IoT

Silicon è il sito di tecnologia dedicato alle strategie delle aziende IT che cavalcano i nuovi trend di mercato, dal cloud computing alla virtualizzazione, dal mobile al byod. Analisi, approfondimenti, prove di app e prodotti, oltre alle notizie quotidiane, fanno di Silicon l’appuntamento giornaliero per i manager che vogliono capire come la tecnologia possa aiutarli nel fare business. Su queste tematiche Silicon realizza interviste agli attori del mercato e reportage dai principali eventi, sia in Italia sia all’estero.

Google + Linkedin Subscribe to our newsletter Write a comment

Il mercato IoT cresce sulla spinta del manufacturing, ma ci sarà il boom delle applicazioni consumer

La spesa mondiale collegata all’Internet of Things dovrebbe ammontare a circa 737 miliardi di dollari nel 2016, secondo le cifre rilevate da IDC e legate a tutte le tecnologie e i prodotti abilitanti l’IoT: hardware, software, servizi e connettività. IDC ha anche guardato più avanti, sino al 2020, stimando che il tasso di crescita annuale del settore dovrebbe essere del 15,6 percento. Questo porterebbe il mercato IoT a muovere quasi 1.300 miliardi di dollari nel 2020.

I settori che hanno chiuso il 2016 con i maggiori investimenti in IoT sono il manufacturing (178 miliardi di dollari), i trasporti (78 miliardi) e le utility (69 miliardi). Il mondo consumer IoT rappresenta al momento il quarto segmento per importanza ma diventerà il terzo entro il 2020. IDC sottolinea comunque che nei prossimi anni la crescita maggiore verrà dagli investimenti cross-industry, ossia dalle applicazioni IoT che riguardano tutti i settori come ad esempio gli smart building o la smart mobility.

Ragionando invece ancora per settori, la crescita più rapida da qui al 2020 riguarderà gli ambiti assicurativo, consumer, sanità e retail.

La spesa IoT nel 2016 secondo IDC
La spesa IoT nel primo semestre 2016 secondo IDC

IDC ha esaminato la spesa IoT del 2016 suddividendola anche per casi di utilizzo. Guida l’automazione delle attitivà di manufacturing (102,5 miliardi di dollari investiti), seguita dal monitoraggio delle flotte (55,9 miliardi) e dalle implementazioni di Smart Grid (57,8 miliardi). In prospettiva IDC segnala la crescita delle applicazioni di Smart Home, che raggiungeranno i 63 miliardi di dollari nel 2020.

Da un punto di vista tecnologico l’hardware rimane la categoria a maggior spesa nel periodo 2016-2020, anche se ai 400 miliardi di dollari di spesa stimati per il 2020 ci arriverà con il tasso di crescita inferiore di tutte le categorie. Software e servizi saranno i due ambiti con la crescita più veloce, seguiti dalla connettività.

IDC mette poi in evidenza che tra le varie regioni geografiche, in Europa Occidentale le applicazioni consumer dell’IoT avranno una crescita tale da renderle il secondo settore di spesa dopo il manufacturing invece che il terzo, come accadrà a livello globale.