CloudNetworkServer

Il server zEnterprise di Ibm alza il livello delle prestazioni di un mainframe. Un ibrido dove convergono tecnologie mainframe e server blade

Giornalista. Ha collaborato con TechWeekEurope IT fin dal suo inizio

Follow on: Google +

Ibm lancia l’architettura mainframe zEnterprise combinando la serie Z con i server blade per Linux e AIX, Power 7 e sistemi X. La regia è di un resource manager unificato. Prima generazione di computer ibridi per la virtualizzazione su grande scala su sistemi eterogenei

La lunga storia dei mainframe Ibm, narrata da Gianfranco Previtera, Vice President Strategic Initiative, ha messo capo alla presentazione in Italia nel corso del System Summit 2010 di Milano e Roma in contemporanea mondiale di una “ rivoluzione, un nuovo sistema , anzi un sistema di sistemi” che integra diverse tecnologie oggi al servizio degli attuali data center multiarchitettura e domani per la nascita di cloud private.

In qualche misura sembra un summa di fatti che Ibm, alle soglie del centesimo anno di vita, condensa in una nuova architettura (zEnterprise) che raccoglie l’eredità della virtualizzazione nata in ambiente 370, dell’elaborazione parallela degli anni Novanta, della presenza sui mainframe dei workload Linux, che sono diventati strumenti importanti di consolidamento nella serie z900.

L’investimento nella nuova generazione di mainframe – conferma Nicola Ciniero, presidente di Ibm Italia – ha richiesto 3 anni di lavoro con un investimento attuale di 1,5 miliardi di dollari all’interno di un programma di ricerca e sviluppo di 5 miliardi complessivi, coinvolgendo diversi centri di ricerca Ibm e 5 mila persone: “ E’ un progetto per il futuro per un percorso di innovazione”.


Le premesse di mercato per una macchina accreditata di 5000 Mips che mette insieme questa potenza consolidando diverse soluzioni su blade sotto un medesimo ombrello di gestione e controllo da mainframe ha già , secondo i responsabili di Ibm, un suo mercato di riferimento negli attuali ambienti dei grandi data center. In essi operano più piattaforme hardware al servizio di diversi processi specializzati, database, analisi dei dati, interazioni e transazioni basate su web, applicazioni gestionali come gli ERP, con in più miriadi di applicazioni nate per la piattaforma X86. Un’infrastruttura eterogenea a più livelli complicata dalla gestione dello storage e dalla necessità di arrivare a grandi capacità di banda della rete interna.