NetworkSoftware

Google Documenti si evolve verso lo storage e l’accessibilità a più tipi di file

Silicon è il sito di tecnologia dedicato alle strategie delle aziende IT che cavalcano i nuovi trend di mercato, dal cloud computing alla virtualizzazione, dal mobile al byod. Analisi, approfondimenti, prove di app e prodotti, oltre alle notizie quotidiane, fanno di Silicon l’appuntamento giornaliero per i manager che vogliono capire come la tecnologia possa aiutarli nel fare business. Su queste tematiche Silicon realizza interviste agli attori del mercato e reportage dai principali eventi, sia in Italia sia all’estero.

In attesa delle proposte cloud di Microsoft Google rimette mano alla parte di collaborazione di Google Apps . Questa volta è lo storage dei file l’obiettivo dei miglioramenti

Google ha preso in mano il problema di garantire una maggiore accessibilità e a più tipi di file all’interno di Google Documenti ( Docs nella versione inglese) , mentre continuano ad aleggiare sul mercato le ombre di un’iniziativa per un contenitore universale online dei dati a cui tutti di si riferiscono come Gdrive. Gli utenti delle Google Apps potranno caricare in Google Documenti tutti i tipi di file fino a 250 Mb, inclusi file di tipo grafico, video e zip. Al momento gli utenti invece possono caricare in Documenti solo file di tipo Office e Pdf . L’applicazione converte poi nei formati più convenienti per la collaborazione e la condivisione con altri utenti.
Contattato da eWeek.com , un portavoce di Google ha dichiarato che “ per i consumatori non stiamo lanciando un drive virtuale con sincronizzazione verso il desktop, anche se riteniamo che la capacità di fare l’upload di qualsiasi tipo di file fornisce molti dei benefici di un drive virtuale con capacità di sincronizzazione”.
Ogni utente avrà a disposizione 1 Gb di storage e la possibilità di caricare singoli file con dimensioni fino a 250 Mb. La disponibilità del nuovo servizio verrà notificata direttamente all’utente. Nei prossimi mesi, Google renderà possibile per gli utenti di Google Apps Premier   l’acquisto di ulteriore capacità di archiviazione al costo di 3 euro per gigabyte l’anno.
Gli utenti di Google Apps Premier – la versione di Google Apps indirizzata alle aziende e offerta a 40 euro per utente l’anno – possono usare Google Documents List Data API per creare funzioni per l’importazione di grandi volumi di file oppure avvalersi delle speciali applicazioni sviluppate dai partner di Google per la migrazione e la sincronizzazione di file in ambiente Google Documenti come Memeo Connect per Google Apps, ma soprattutto Syncplicity   , che ha aggiornato la sua proposta di di sincronizzazione online dei file per offrire alle aziende un servizio automatico per il backup e la gestione dei file su Google Documenti .  Manymoon è una piattaforma online per la gestione dei progetti .