Data storageEnterpriseNetwork

Dimension Data, dall’integrazione ai servizi passando per il cloud

Silicon è il sito di tecnologia dedicato alle strategie delle aziende IT che cavalcano i nuovi trend di mercato, dal cloud computing alla virtualizzazione, dal mobile al byod. Analisi, approfondimenti, prove di app e prodotti, oltre alle notizie quotidiane, fanno di Silicon l’appuntamento giornaliero per i manager che vogliono capire come la tecnologia possa aiutarli nel fare business. Su queste tematiche Silicon realizza interviste agli attori del mercato e reportage dai principali eventi, sia in Italia sia all’estero.

Del Corno ( Dimension Data ) : In Italia la tecnologia va adattata al modello di business del cliente . Ci sono già casi di successo in cui operiamo da consulenti

Lo stadio di Città del Capo in Sud Africa attende le partite dei mondiali di calcio 2010 per la Fifa World Cup con una ricca dotazione di tecnologia Ict, dal cablaggio , alla comunicazione unificata, dalla sicurezza alla gestione di parte del data center realizzata da Dimension Data. La società, che in Africa è la più grande azienda di servizi IT, ha appena annunciato una crescita dei profitti semestrali con un fatturato che si colloca attorno ai 2,2 miliardi di dollari. Sono i servizi a foraggiare la crescita dal grande system integrator a livello mondiale e nel caso specifico la forte crescita dei servizi gestiti.
In Europa il fatturato è sceso del 7,6% nello stesso periodo, anche se Germania e Regno Unito hanno segnalato prestazioni importanti .
E in Italia ? Roberto Del Corno, direttore generale per l‘Italia di Dimension Data , non rilascia dettagli a livello numerico , ma parla di risultati ottimi e coerenti con quelli del gruppo multinazionale con sede in Sud Africa. E conferma : “ L’aspetto principale della crescita del nostro business in tutte le aree diventa importante in quella dei servizi gestiti , dalla pura manutenzione fino all’outsourcing. L’azienda è in una fase di trasformazione verso i servizi di consulenza pur mantenendo intatto il suo background tecnologico fatto di partnership con i maggiori vendor del mercato”.
Del Corno cita l’ingresso di Dimension Data come “ challenger” all’interno del Magic Quadrant di Gartner per l’area dei Communications Outsourcing and Professional Services” come segno di una maggiore attenzione degli analisti su Dimension Data e ne indica “ potenzialità di crescita e la solidità finanziaria”.
“ In Italia – puntualizza Del Corno – la tecnologia va adattata al modello di business del cliente . Stiamo procedendo nella stessa direzione e ci sono già casi di successo in cui operiamo da consulenti”.
Ma come reagisce la clientela dal vostro punto di osservazione?
“ C’è sensibilità , ma non ancora maturità degli utenti. Si comincia a vedere l’outsourcing di aree di servizio specifiche, ma richiede tempo. Sono gli ambiti della virtualizzazione e della comunicazione unificata che richiedono ormai un approccio specifico di servizio gestito. Nella telefonia IP è facile dimostrare un ROI. Su strutture complesse e convergenti, ad esempio sul video, una stima del ROI è più complessa e può essere affrontata solo con un approccio di tipo consulenziale”. Proprio sui servizi , “ stiamo cercando di trovare una nostra strada” e “quanto all’outsourcing e al cloud computing – precisa Del Corno – molti clienti hanno una visione di multi-sourcing , con IT esterno e interno “.

Sul cloud computinginterviene nella conversazione con Eweekeurope.it Enrico Brunero , che gestisce la linea di business Data Center e Storage Solutions: “ Il cloud computing è un dato tecnologico acquisito. Ora vanno aggiunti i servizi gestiti di cloud pubblico. I nostri clienti ci richiedono capacità di interloquire con loro sugli aspetti tecnologici per un recupero di efficienza, ma anche capacità di interloquire su aspetti di tipo organizzativo e di servizio IT”.
Un esempio è quello delDisaster Recovery: “ In alcune media aziende gli IT manager sono sotto pressione per ridurre i costi di un DR, ma ricevono anche richieste di aumento della disponibilità del servizio. I service provider più coraggiosi devono poter entrare in merito all’impatto di tipo organizzativo al momento della revisione dell’infrastruttura interna dell’azienda per le attività di predisposizione dei picchi di carico di lavoro e per la business continuity”.
Un altro esempio di attività , più tradizionale per Dimension Data, è quello dell’infrastruttura di rete. La rete è lo zoccolo duro cui appoggiare applicazioni , storage , gestione del ciclo di vita delle informazioni aziendali:
“ Serve una rete adeguata. Ma data la vetustà di molti apparati serve un ridisegno delle infrastrutture di rete per abilitare ad esempio il passaggio a soluzioni ibride in cui possa entrare in futuro anche il cloud computing di tipo pubblico. Il compito di Dimension Data diventerà allora di assicurare servizi specifici con un adeguato SLA”: