Data storageNetwork

Dell acquisisce Scalent per la gestione dei data center

Silicon è il sito di tecnologia dedicato alle strategie delle aziende IT che cavalcano i nuovi trend di mercato, dal cloud computing alla virtualizzazione, dal mobile al byod. Analisi, approfondimenti, prove di app e prodotti, oltre alle notizie quotidiane, fanno di Silicon l’appuntamento giornaliero per i manager che vogliono capire come la tecnologia possa aiutarli nel fare business. Su queste tematiche Silicon realizza interviste agli attori del mercato e reportage dai principali eventi, sia in Italia sia all’estero.

Con il software di Scalent un unico amministratore può assegnare dinamicamente risorse elaborative, di storage e di rete su carichi di lavoro applicativi fisici e virtuali

Dell ha annunciato di aver raggiunto un accordo per l’acquisizione di Scalent, azienda privata che offre software per il controllo dell’infrastruttura dei data center consentendo a server, reti e storage di essere gestiti in modalità unitaria come un unico insieme di asset IT. Un unico amministratore può assegnare dinamicamente risorse elaborative, di storage e di rete su carichi di lavoro applicativi fisici e virtuali. Il software di Scalent lavora a un livello superiore a quello dell’hypervisor (VMware, Hyper-V, Red Hat) e a quello fisico delle risorse di elaborazione, storage e rete. Supporta storage di tipo San e di tipo Nas. Dell integrerà la tecnologia Scalent nella sua soluzione Advanced Infrastructure Manager (AIM).

Dell prevede di concludere l’acquisizione, attualmente al vaglio delle autorità preposte, nel secondo trimestre del suo anno fiscale.
Dell AIM opera con server, switch Ethernet e Fibre Channel basati su standard di mercato .
Questa architettura open permette ai clienti di usare le infrastrutture di cui dispongono, riducendo in modo significativo il costo di implementazione.