BroadbandNetwork

Colt, l’ecosistema digitale fluido nelle Tlc chiama investimenti

Giornalista professionista dal 2000. Da 15 anni, Stefano si occupa di giornalismo Ict maturando competenze anche nel consumer electronics. Stefano ha iniziato la sua esperienza giornalistica nel 1996 presso la redazione economica di ItaliaOggi.

Mimmo Zappi, country manager Colt Italia e Sales Director Southern Europe, spiega quali sono le nuove richieste nell’ambito della connettività, le nuove richieste e gli investimenti in Italia

Il business è costruito su un ecosistema digitale. L’investimento in banda larga e specializzazione sono per Colt motivo di investimento economico anche in Italia, dove preme sposare il concetto di fluidità della rete. Mimmo Zappi, country manager Colt Italia e Sales Director Southern Europe, spiega in primis che il concetto di on demand “lo abbiamo tolto dal mondo delle Tlc e lo abbiamo portato al cloud. Dopo Milano e Torino, sbarcheremo anche a Roma”. I requisiti di connettività stanno cambiando: da interconnessione tra le sedi (voce, connettività wan, internet) si passa all’ecositema digitale (data centre, cloud), dove vi è una predominanza di servizi ottici ed ethernet.

Dalle tradizionali richieste in ambito connettività alle nuove (velocità, agilità, accesso all’ecosistema, flessibilità commerciale, rete on demand e fornitori di livello premium), Colt afferma di poter fornire tutto questo come nuovo standard. Ma attenzione. Quando si nominato i nuovi operatori (Amazon, Google, Azure…), Zappi sottolinea come a fronte di un pagamento pay per use dei servizi cloud, sotto ci sia sempre un operatore Tlc ‘con un cappio al collo’.

Mimmo Zappi, Country manager Colt Italia
Mimmo Zappi, Country manager Colt Italia

“Pagando on demand l’infrastruttura, si arriva a una scommessa nei prossimi anni. Il concetto è la fluidità della rete e delle Tlc: oggi non si sta parlando di Tlc come commodity, abbiamo un piano di investimento del nostro network, raddoppio forza commerciale, con il 25% della forza commerciale nel 2017, e assunzioni nel 2018, un investimento sul back office. Abbiamo investito 500 milioni di euro sul cloud in tre anni con focus sulle persone, sulla banda larga, sul miglioramento della rete Colt, della customer experience, dei sistemi di back-end per migliorare l’efficienza e ridurre i lead time”.

Secondo Zappi, in Italia, il mercato Tlc è in fermento basti pensare che la società nei primi sei mesi del 2017 ha venduto il doppio dei circuiti superiori a gigabit rispetto a tutto il 2016. Si pensi al fermento che stanno scatenando realtà come Open Fiber o Fastweb quando parlano di 5G.

Colt ha tre linee di business sui mercati verticali. Enterprise, aziende medie o medio grandi o small di alto profilo, dai 100 dipendenti in su. Colt non opera sul consumer, sulle Soho o sulle small.