Network

Chip/ 1 – ARM annuncia un multicore per smartphone

Silicon è il sito di tecnologia dedicato alle strategie delle aziende IT che cavalcano i nuovi trend di mercato, dal cloud computing alla virtualizzazione, dal mobile al byod. Analisi, approfondimenti, prove di app e prodotti, oltre alle notizie quotidiane, fanno di Silicon l’appuntamento giornaliero per i manager che vogliono capire come la tecnologia possa aiutarli nel fare business. Su queste tematiche Silicon realizza interviste agli attori del mercato e reportage dai principali eventi, sia in Italia sia all’estero.

ARM prevede per il Cortex A15 MP Core la possibilità di scalare a più core con funzionalità di virtualizzazione

La battaglia per i chip e i processori orientati alle soluzioni di mobilità si fa incandescente. Intel si preoccupa di non perdere il passo con l’acquisizione di Infineon Technologies Ma le attenzioni del mercato dei chip sono focalizzate soprattutto su ARM, che fornisce ad Apple i chip che sono al centro di iPhone, iPod Touch e iPad. E ARM risponde con l’annuncio di un modello Cortex A15 MP Core ( nome in codice Eagle) che propone una velocità cinque volte superiore a quella degli attuali processori per smartphone. Il design di punta attuale di ARM è costituito dal processore Cortex A8 dual core che gira a 1 Ghz. ARM dispone di un posizione di leadership e crea processori e chip che poi concede in licenza a Texas Instruments, Samsung e ST Ericsson per la realizzazione fisica del processore.

Samsung Electronics ha lanciato un processore dual core basato su chip ARM Cortex a 1 Ghz che porta il nome in codice di Orion orientato specificamente a netbook e smartphone ad alte prestazioni.

Nel futuro , mentre i Cortex A15 a uno oppure due core potranno trovare ancora impiego negli smartphone , si prevede per i dispositivi la possibilità di scalare a più core con funzionalità di virtualizzazione e maggiore capacità di memoria ( fino a 1Tb dagli attuali 40Gb) con impiego anche in notebook , server e router. Il progetto Cortex A15 a 32 bit prevede ancora una realizzazione a 32 nanometri.
Intanto però deve restare in linea di attesa. Lo procede nella coda di apparizione sul mercato il Cortex A9 previsto per quest’anno. Per il Cortex A15 se ne parlerà nel 2012.