AcquisizioniBroadbandEnterpriseMobilityNetwork

Alcatel-Lucent acquista OpenPlug per le applicazioni mobili

Silicon è il sito di tecnologia dedicato alle strategie delle aziende IT che cavalcano i nuovi trend di mercato, dal cloud computing alla virtualizzazione, dal mobile al byod. Analisi, approfondimenti, prove di app e prodotti, oltre alle notizie quotidiane, fanno di Silicon l’appuntamento giornaliero per i manager che vogliono capire come la tecnologia possa aiutarli nel fare business. Su queste tematiche Silicon realizza interviste agli attori del mercato e reportage dai principali eventi, sia in Italia sia all’estero.

Il software per realizzare applicazioni per i cinque maggiori sistemi operativi mobili è l’obiettivo dell’acquisione di OpenPlug da parte di Alcatel-Lucent

Con l’acquisizione di OpenPlug, fornitore francese di strumenti di sviluppo software e di applicazioni per la mobilità, Alcatel-Lucent consolida la sua posizione in campo applicativo, mettendo a disposizione per gli sviluppatori una piattaforma in cui questi ultimi possono realizzare un’applicazione e poi ‘tradurla’ immediatamente in uno qualsiasi dei cinque maggiori sistemi operativi mobili.
L’idea è di permettere a operatori e software house di realizzare applicazioni in tempi contenuti e utilizzabili sulla gran parte dei dispositivi mobili oggi sul mercato, oltre che sugli “store” online degli operatori stessi. Si tratta della seconda acquisizione da parte di Alcatel-Lucent in tre mesi nell’ottica dell’espansione e del rafforzamento del suo ecosistema applicativo. In giugno, il gruppo aveva acquisito ProgrammableWeb, punto di riferimento del settore nell’ambito API (le Interfacce di Programmazione Applicativa).
“Mentre la richiesta di applicazioni mobili sta raggiungendo nuovi record, le piattaforme di sviluppo e i relativi tool registrano un’altrettanto accesa frammentazione”, spiega Michael Cote, analista per Redmonk. “Questa situazione rende decisamente costoso l’indirizzamento delle applicazioni verso un alto numero di dispositivi e induce sovente a concentrare gli sforzi verso un unico ambiente, spesso fortemente controllato come quello di Apple, oppure a puntare su soluzioni orientate al minimo denominatore comune, che in questo modo riducono le loro potenzialità e sfruttano solo in parte le funzionalità dei dispositivi cui sono indirizzate. Gli sviluppatori hanno pertanto grande necessità di strumenti multi-piattaforma e OpenPlug ha tutte le caratteristiche per integrarsi idealmente nel portfolio complessivo di soluzioni per lo sviluppo di applicazioni mobili che Alcatel-Lucent sta realizzando”.
Gli sviluppatori possono scrivere un’unica volta la loro applicazione e convertirne il codice in un software nativo in grado di girare su tutti i principali sistemi operativi e relativi dispositivi, come iPhone , Android , Symbian , Windows Mobile e Linux. Non si tratta peraltro di una realtà limitata alla mobilità, poiché il software può essere declinato anche per altre piattaforme come i set top box per l’IPTV, le console per giochi e perfino nuove generazioni di veicoli come quelli prefigurati con la “LTE Connected Car” di ng Connect”.
Il toolset di OpenPlug sarà integrato nella Piattaforma di Sviluppo e nel Servizio OPEN API di Alcatel-Lucent.