LaptopMobility

Toshiba Portégé X30 e Tecra X40, solo un chilogrammo di laptop

Nel 1998 inizia la sua esperienza nel mondo IT in Mondadori e partecipa alla nascita di Web Marketing Tools di cui coordina la redazione. Redattore esperto di software per PC Magazine, e caporedattore di ComputerIdea, segue da circa 20 anni l'evoluzione del mondo hardware, software e dei servizi IT in un confronto continuo con le aziende leader del settore

Google + Linkedin Subscribe to our newsletter Write a comment

Arrivano i due nuovi laptop superleggeri di Toshiba. Sono Portégé X30 e Tecra X40 con uno chassis in lega di magnesio, USB Type C e peso intorno al Kg

Sono notebook veri, non hanno la pretesa di fare nulla di più. Seguono il lancio dell’ibrido Portégé X20W, ma in questo caso si parla solo di laptop con il meglio della tecnologia Toshiba – anche nella scelta dei materiali e quindi con lo chassis in magnesio e hybrid cooling – e per assicurare velocità di elaborazione le cpu di Intel Core iX di settima generazione.

Sia Portégé X30 sia il modello Tecra X40 sono disponibili in doppia colorazione: Onyx Blue e Light Gold con una finitura a righe sottili. Ci si muove tra due proposte vicinissime al chilogrammo di peso. Tecra X40 con il display più importante da 14″ e circa 1,7 cm di spessore pesa 1,25 Kg, quasi da record invece la proposta Portégé X30 che pesa appena 1,05 Kg per uno spessore massimo di 1,59 cm.

Toshiba con una scelta precisa che coniugasse eleganza, potenza e robustezza propone i laptop con una finitura ToughBody, in lega di magnesio, con un rinforzo a nido d’ape, che ne aumenta la resistenza e che abbiamo conosciuto la prima volta – giusto come curiosità –  nell’ambito delle dotazioni IT oltre 25 anni fa (era proposta sulle tendine degli otturatori verticali delle reflex Nikon, parliamo ancora delle serie analogiche FM, FA e F3).

Toshiba Portégé X30
Toshiba Portégé X30, un dettaglio

Entrambe le proposte arrivano con display full-hd, con finitura antiriflesso e, opzionale, la tecnologia In-Cell Touch per l’interazione diretta sullo schermo. Toshiba propone i laptop con tastiera retroilluminata e tasti appena più grandi dello standard, per un’accoglienza migliore delle dita.

Poiché questa è proposta destinata a integrarsi nella dotazione di computing aziendale Toshiba ha previsto le tecnologie di autenticazione biometrica tramite impronte digitali (chipset e tecnologia Synaptics Natural ID, touchpad SecurePad, Intel Authenticate e Windows Hello grazie alle videocamere IR, sono tutti sistemi di autenticazione supportati a livello di Bios da Toshiba. Per chi desidera lavorare sempre anche in mobilità Toshiba assicura che presto sarà disponibile il supporto WWAN sui laptop (che quindi al momento però non è previsto).

Il comparto WiFi standard prevede il supporto 802.11ac. Per quanto riguarda la dotazione hardware diamo per scontata la disponibilità di configurazioni esclusivamente SSD PCIe, meno invece quella delle memorie DDR4, decisamente gradite. Il comparto audio prevede altoparlanti stereo Harman/Kardon, con software DTS Sound.

I dettagli per quanto riguardano le interfacce di serie dicono che di serie ci saranno due porte USB Type-C anche per la ricarica del dispositivo (previsto il supporto Thunderbolt 3). Inoltre resta disponibile una porta USB 3.0 Type-A, la presa Hdmi, un lettore di schedine microSD e la presa jack per cuffie e microfono.  L’espandibilità sarà garantita dalle dock Toshiba WiGig Dock.

La disponibilità dei laptop è prevista nel secondo trimestre di quest’anno. Quindi prima di giugno.