MobilityTablet

Mercato tablet: bene solo i 2-in-1, secondo i numeri di IDC

Silicon è il sito di tecnologia dedicato alle strategie delle aziende IT che cavalcano i nuovi trend di mercato, dal cloud computing alla virtualizzazione, dal mobile al byod. Analisi, approfondimenti, prove di app e prodotti, oltre alle notizie quotidiane, fanno di Silicon l’appuntamento giornaliero per i manager che vogliono capire come la tecnologia possa aiutarli nel fare business. Su queste tematiche Silicon realizza interviste agli attori del mercato e reportage dai principali eventi, sia in Italia sia all’estero.

Le classiche “tavolette” sono in costante flessione, i tablet con tastiera staccabile invece crescono sensibilmente nel loro ruolo di sostituti dei PC

Il periodo dei regali natalizi non ha aiutato granché il mercato dei tablet, secondo le cifre IDC. A livello mondiale il quarto trimestre 2015 ha portato vendite per 65,9 milioni di pezzi, il che rappresenta un declino del 13,7 percento anno su anno. Per tutto l’anno 2015 sono stati venduti 206,8 milioni di tablet (-10,1 percento rispetto alle vendite del 2014).

In questo declino è il sotto-comparto dei tablet “staccabili” a crescere: mentre i tablet classici – gli “slate” – fanno segnare flessioni più serie di quelle del mercato nel suo complesso (-21,1 percento per il 2015), i tablet con tastiera staccabile crescono e nel quarto trimestre 2015 hanno visto le loro vendite più che raddoppiare. In tutto l’anno hanno raggiunto quota 8,1 milioni di pezzi venduti. Il vincitore del trimestre è stato prevedibilmente l’iPad Pro, ma buoni risultati ci sono stati anche per i prodotti Microsoft, mentre i tablet “staccabili” basati su Android hanno evidenziato che la piattaforma di Google è ancora troppo indietro in quanto a usabilità su tablet.

Il mercato mondiale tablet nel 2015
Il mercato mondiale tablet nel 2015

Secondo Jean Philippe Bouchard, Research Director Tablets di IDC, “Una delle ragioni principali per cui gli staccabili stanno crescendo così velocemente è che gli utenti li considerano sostituti dei PC. Stimiamo che Apple abbia venduto un po’ più di due milioni di iPad Pro e Microsoft circa 1,6 milioni di dispositivi Surface, la maggior parte dei quali sono Surface Pro e non il più economico Surface 3. È chiaro che il prezzo non è la caratteristica più importante che si valuta quando si acquista uno staccabile. Sono le prestazioni”.

Continua a scendere invece il prezzo dei tablet slate. Il Kindle Amazon da 50 dollari è andato molto bene, come ha sottolineato Amazon stessa comunicando i suoi recenti risultati finanziari, e anche altri produttori come Lenovo e Huawei stanno puntando sulla fascia bassa del mercato per espandersi al di fuori della Cina.

In quanto a produttori, Apple resta leader di mercato nel quarto trimestre 2015 grazie a iPad Pro, nonostante un declino delle vendite del 25 percento circa anno su anno. Segue Samsung che può contare su un portafoglio prodotti molto ampio, anche se anche l’azienda coreana è in flessione rispetto al 2015. Gli altri produttori della “top 5” trimestrale sono nell’ordine Amazon grazie al successo giudicato poco ripetibile del Kindle “low cost”, Lenovo e Huawei.

Guardando ai risultati di tutto il 2015 i nomi in classifica restano praticamente gli stessi, Amazon esclusa. Guida Apple con il 24 percento di quote di mercato, seguono nell’ordine Samsung, Lenovo, Asus e Huawei.