MobilitySmartphone

Arriva Motion, niente tastiera per l’ultimo Blackberry

Nel 1998 inizia la sua esperienza nel mondo IT in Mondadori e partecipa alla nascita di Web Marketing Tools di cui coordina la redazione. Redattore esperto di software per PC Magazine, e caporedattore di ComputerIdea, segue da circa 20 anni l'evoluzione del mondo hardware, software e dei servizi IT in un confronto continuo con le aziende leader del settore

Il nuovo Blackberry Motion con OS Android 7.1.1 non ha il tipico tastierino Blackberry. Si presenta con una scocca elegante in alluminio, e caratteristiche da smartphone di fascia media. Per il momento sarà disponibile solo in Medio Oriente

A Dubai, nella cornice dell’evento Gitex Technology Blackberry ha annunciato il nuovo Motion. Sì, uno smartphone – oramai rigorosamente Android anche se non Oreo- prodotto da TCL, come gli ultimi modelli del vendor che mette il marchio e che praticamente si inventò la possibilità di disporre della posta in mobilità, quando degli smartphone non c’era nemmeno l’ombra.

Blackberry Motion
Blackberry Motion

Ora le sue quote di mercato con il sistema operativo originale sono al lumicino, ma Blackberry si è guadagnata un posto al sole e risultati positivi come vendor di software per la sicurezza superando le aspettative. 

Tornando ai device, dopo l’arrivo sul mercato dell’ultimo KEYOne, ecco allora Blackberry Motion. E’ uno smartphone realizzato in alluminio rinforzato, con il dorso caratterizzato da una bella texture, resistente ad acqua e polvere secondo le specifiche IP 67, con display da 5,5 pollici Full HD costruito sulla base del chipset Snapdragon 625, con 4 Gbyte di Ram a disposizione e  con una batteria dalla grande autonomia, addirittura circa 4000 mAh, ben superiore anche a quella del Galaxy S8 Plus di Samsung ma soprattutto con il supporto Qualcomm Quick Charge 3.0.

Lo storage interno è limitato a 32 Gbyte di memoria interna. Espandibili. Blackberry Motion dispone di due fotocamere: quella posteriore con sensore da 12 MP Sony IMX378, lente con f/2.0, flash dual tone a led.

La fotocamera frontale lavora sfruttando un sensore da 8 MP con una lente f/2.2. Motion dispone di sensore frontale per autenticazione biometrica, e si ripropone con la possibilità di personalizzare a piacere un tasto laterale per assegnare ad esso la funzione preferita. L’interfaccia di ricarica e collegamento con eventuali altri device è di tipo USB Type C. 

Lo smartphone almeno nei primi mesi dopo questo lancio non  sarà disponibile se non in Medio Oriente, a un prezzo orientativo intorno ai 460 dollari. Al momento non è prevista la disponibilità immediata nemmeno negli Usa. 

BlackBerry Motion
Blackberry Motion

Lo sappiamo, la storia di Blackberry negli ultimi anni, per quanto riguarda gli smartphone, non ha comunque segnato la risalita di una china che sembra oramai fuori portata – non c’è più spazio – ma è vero che in questo ambito gli equilibri cambiano, a volte in modo anche repentino.

Nel 2015 Blackberry aveva lanciato il suo primo smartphone Android, il Priv. Ora arriva questo Motion, spesso chiamato con un nome in codice che non è poi stato scelto: Krypton. Anche questa non è una novità, tutti gli ultimi modelli hanno avuto infatti un nome in codice specifico che poi non è stato quello reale. 

Stupisce invece ancora come gli addetti ai lavori probabilmente pongano ancora più enfasi rispetto a Blackberry stessa per quanto riguarda questo annuncio. Il sito Usa nel momento in cui scriviamo non è ancora stato aggiornato e non riporta l’arrivo del nuovo modello.