MobilitySoftware

QUIZ – I Social Network come non te li immagini

Nel 1998 inizia la sua esperienza nel mondo IT in Mondadori e partecipa alla nascita di Web Marketing Tools di cui coordina la redazione. Redattore esperto di software per PC Magazine, e caporedattore di ComputerIdea, segue da circa 20 anni l'evoluzione del mondo hardware, software e dei servizi IT in un confronto continuo con le aziende leader del settore

Facebook, Twitter, Instagram e Snapchat sono forse oggi i più conosciuti, ma la storia dei Social Network riserva non poche sorprese. Mettetevi alla prova, rispondete al nostro quiz

I Social Network  non rappresentano più solo un affare per i perditempo, un’opportunità per compagni di scuola che vogliono ritrovarsi. Già agli inizi degli anni 2000 si è intuito che il cosiddetto Web 2.0 avrebbe rappresentato una rivoluzione epocale, non solo nel modo in cui le persone avrebbero interagito tra loro ma proprio per l’intera economia digitale. Così è stato.

Il CEO di Snapchat davanti al quartiere generale della società
Il co-fondatore di Snapchat Evan Spiegel davanti al quartiere generale della società

I social rappresentano un’opportunità per comunicare in più tra le persone, ma anche una vetrina per aziende e istituzioni, strumenti per fornire assistenza, contenitori di contenuti. Il Web così si è spostato, dalle pagine alle piattaforme, dove la produzione di contenuti è più dinamica e decisamente maggiore.

Tutto questo rappresenta una vera miniera per le aziende, una fonte di informazioni sugli individui e sulle loro abitudini al punto da aver contribuito a rendere i fondatori dei più famosi anche le persone più influenti in ambito IT. La sfida dei prossimi anni sarà per questo monetizzare il patrimonio di informazioni disgregate ed eterogenee che i social producono. Intanto qualche numero.  

Linkedin, il più conosciuto social network in ambito professionale conta, solo in Italia, oltre 14 milioni di utenti attivi ogni mese, utilizzato da ambo i sessi praticamente in pari misura, e con un pubblico relativamente giovane, considerata l’età di invecchiamento invece che è tendenza di Facebook, che pure è senza dubbio il più utilizzato al mondo con circa 2 miliardi di utenti attivi.
Non abbiamo citato, ma a tutti gli effetti è da considerare tale e cioè un social network anche YouTube con la metà degli utenti di Facebook, ma con circa 700 milioni di utenti in più rispetto a Twitter (oltre 300 milioni).

Twitter – per dire – è molto più conosciuto di quanto non sia utilizzato. 
Tra i nomi noti delle prime posizioni ovviamente ci sono (in un’accezione lievemente più estesa) WhatsApp, QQ, WeChat, Instagram, Qzone,  ma non mancano tanti social network meno noti come Renren e VKontakte che onestamente non conoscevamo. 
Sarebbe interessante invece riuscire a mappare quanti sono ancora gli umani che non utilizzano alcuna di queste piattaforme. 
Abbiamo messo insieme dieci domande per mettervi alla prova su questo mondo, senza grandi pretese, un modo curioso per fare quattro salti nella storia e scoprire che, dal primo social, di acqua sotto i punti ne è passata davvero tanta. 
Raccogliete la sfida, rispondete al nostro QUIZ!