EnterpriseMobility

Nokia spinge i profitti e taglia i costi

Silicon è il sito di tecnologia dedicato alle strategie delle aziende IT che cavalcano i nuovi trend di mercato, dal cloud computing alla virtualizzazione, dal mobile al byod. Analisi, approfondimenti, prove di app e prodotti, oltre alle notizie quotidiane, fanno di Silicon l’appuntamento giornaliero per i manager che vogliono capire come la tecnologia possa aiutarli nel fare business. Su queste tematiche Silicon realizza interviste agli attori del mercato e reportage dai principali eventi, sia in Italia sia all’estero.

Fatturato in erosione nel quarto trimestre. Attesi nuovi smartphone touch screen. Il nodo del tablet

Buoni risultati di profittabilità per Nokia. Il maggior produttore mondiale di telefonia cellulari Nokia, dichiara profitti in crescita del 60% nel quarto trimestre. Le misure di taglio dei costi , senza dimenticare di incrementare il market share nel settore degli smartphone ( dove la concorrenza di Rim e Apple si è fatta più aspra), hanno aiutato a prevenire erosioni di fatturato. Nei tre mesi che si sono chiusi nello scorso dicembre i profitti di Nokia sono a saliti a 882 milioni di euro da 551 milioni dello scorso anno. Nel periodo in esame Nokia ha incrementato il suo portafoglio di smartphone dotati di touch screen che arriva ora a 7 modelli di questo tipo.
Come ha dichiarato il numero uno della società, Nokia è al lavoro per offrire cellulari touch screen ancora più sofisticati in previsione di un inasprimento della concorrenza con iPhone. A questo proposito sono previste nuove versioni dei sistemi operativi Symbian e Maemo   . I dirigenti di Nokia stanno anche esaminando le varie opzioni per un tablet computer che ha come riferimento iPad di Apple . Ma Nokia non perde d’occhio neanche la concorrenza di Google con Android come dimostra il recente annuncio della società finlandese di rendere gratuita la navigazione Gps su una decina di modelli più nuovi di cellulari.

  Nokia nel quarto trimestre ha tuttavia tagliato spese di ricerca e sviluppo del 9% ( a 1,6 miliardi di euro) , insieme a quelle di marketing e di gestione. Questo ha prodotto i livelli di profitto richiesti anche se il fatturato si è ridotto a 12 miliardi di euro contro 12,7 miliardi del trimestre precedente. Secondo quanto dichiarato da Nokia, le sue quote di mercato nel segmento smartphone sono cresciute al 40% contro il 35% della fine di settembre e la quota globale per tutti i telefoni cellulari è salita al 39% dal 38% di fine settembre.
Le unità vendute sono salite a 127 milioni di cellulari ( + 12% sull’anno precedente). Gli smartphone venduti sono 52,4 milioni.