EnterpriseMobility

Nasce UC Interoperability Forum per gli standard di comunicazione

Silicon è il sito di tecnologia dedicato alle strategie delle aziende IT che cavalcano i nuovi trend di mercato, dal cloud computing alla virtualizzazione, dal mobile al byod. Analisi, approfondimenti, prove di app e prodotti, oltre alle notizie quotidiane, fanno di Silicon l’appuntamento giornaliero per i manager che vogliono capire come la tecnologia possa aiutarli nel fare business. Su queste tematiche Silicon realizza interviste agli attori del mercato e reportage dai principali eventi, sia in Italia sia all’estero.

Tutti i player delle comunicazioni unificate ne fanno parte , ma Cisco e Avaya non ci stanno

HP, Microsoft , Polycom e altre aziende hanno formato un’alleanza per promuovere l’adozione di standard nella comunicazione unificata , ma il gruppo non comprende due giganti dell’UC, Avaya e Cisco (con Tandberg). L’UC Interoperability Forum ( UCIF) nasce per migliorare l’interoperabilità tra i prodotti per la comunicazione unificata attraverso l’adozione degli attuali standard de facto. Tra la dozzina o più di fondatori vi sono anche Juniper Networks e Logitech, che lo scorso anno ha acquisito LifeSize Communications. Altri partner sono Brocade e Siemens Enterprise Communications.

Dopo l’acquisizione di Palm , HP sembra intenzionata a diventare un concorrente nell’arena UC, mentre Juniper ha siglato un accordo con Polycom . Microsoft invece intende continuare nei suoi sforzi nella comunicazione integrata Il potenziale di mercato delle soluzioni di comunicazione unificata è confermato dalle analisi di Forrester Research che ha previsto per il 2015 un mercato UC mondiale per le aziende di 14,5 miliardi di dollari.
Tuttavia il mercato è strozzato dalle limitazioni derivanti dalla mancanza di una sicura interoperabilità tra le soluzioni dei diversi vendor , mentre le implementazioni delle specifiche esistenti sono diverse da produttore a produttore. Il panorama UC prevede una selva di specifiche solo per voce e video : XMPP, Simple for IM/P, H.323, SIP ( Session Initiation Protocol). Se si passa alle sessioni dati i protocolli poi si sprecano. Il gruppo di aziende che compongono UCIF farà leva sugli standard esistenti per creare maggiore interoperabilità e in ultima analisi un maggiore protezione degli investimenti fatti dalla clientela. Il consorzio si dichiara agnostico rispetto alle varie piattaforme e sta lavorando a un marchio che certifichi l’adozione dei requisiti di interoperabilità UCIF da a parte di un prodotto. D’altra parte in questo modo i vendor si eviteranno in futuro gli ingenti costi per i test di interoperabilità dei loro prodotti.

Per intanto anche Cisco e Avaya sono invitati. Nello scorso gennaio Cisco , in disaccordo con Polycom aveva proposto il suo protocollo TIP (Telepresence Interoperability Protocol) come standard di interoperabilità per la video conferenza.