LaptopMobilityWorkspace

Microsoft Surface Pro, semplicemente un miglior Surface

Nel 1998 inizia la sua esperienza nel mondo IT in Mondadori e partecipa alla nascita di Web Marketing Tools di cui coordina la redazione. Redattore esperto di software per PC Magazine, e caporedattore di ComputerIdea, segue da circa 20 anni l’evoluzione del mondo hardware, software e dei servizi IT in un confronto continuo con le aziende leader del settore

Surface Pro sarà disponibile in Italia sin dal giorno del lancio, il 15 giugno. Tutte le caratteristiche del nuovo 2in1 di Microsoft che compete in un mercato difficile

E’ finita l’era delle numerazioni progressive per indicare le generazioni successive di un prodotto di successo. Vi si adegua anche Microsoft, che chiama il nuovo Surface semplicemente Surface Pro e come device si aggiunge a Studio, Surface Book e Surface Laptop, quasi a identificare un’intera famiglia di prodotti.

Per Redmond, Surface Pro è prima di tutto un laptop e un 2in1, allo stesso tempo, noi tiriamo dritto per la nostra strada riconoscendo a Surface Pro un’infinità di qualità e avvertendo però chi acquista che acquistare Surface Pro non è per nulla come acquistare un laptop. Più versatile? Sì. Più comodo? Sì in mobilità, no fermi alla scrivania o tranquilli in una postazione per diverse ore, anche per il display che non ha decisamente una diagonale da riposo…
E’ merito comunque di Microsoft, con i Surface, aver aperto una nuova via molto seguita, e ora con una serie di caratteristiche che possono ingolosire.

Per esempio questo nuovo Surface Pro ritorna con il suo display da 12,3″ si presenta con uno schermo touch PixelSense, il supporto per Surface Pen (lo stilo ora lavora con 4096 livelli di sensibilità e una velocità di scrittura doppia rispetto alla versione precedente) e Surface Dial (rimandiamo alla pagina perché siamo convinti che sia un dispositivo davvero ancora poco conosciuto),  la durata della batteria del nuovo Surface Pro ora arriva fino a 13,5 ore. 

Microsoft Surface Pro
Microsoft Surface Pro, con Surface Pen e il mouse

Dal punto di vista concettuale non ci sono stravolgimenti al form factor, ma la nuova cerniera posteriore consente un’inclinazione fino a 165 gradi . Surface Pro si presenta con bordi più arrotondati, le fotocamere del tutto allineate e incastonate nel bordo, uno spessore minimalista di appena 0,85 cm, e il peso record di circa 800 grammi.

Per la digitazione gli utenti useranno Signature Type Cover, con il touchpad in vetro e le finiture e la copertura in Alcantara. Alla domanda che tutti fanno (e la cui risposta ci ha spesso deluso) riguardo la possibilità con un 2in1 di navigare sempre con la prima Sim, arriva finalmente una risposta positiva, per cui anche per Surface Pro è previsto l’arrivo della versione LTE più avanti nel corso dell’anno.
Da giugno sarà disponibile anche Microsoft Whiteboard e i nuovi tratti/penne abilitati dalla rinnovata Surface Pen, tutto integrato nel pacchetto di produttività Office 365. Con Word, Excel e PowerPoint sarà disponibile una galleria personalizzabile di penne, matite, evidenziatori, con il supporto per la funzione di inclinazione e ombreggiatura di Surface Pen. Microsoft Whiteboard sarà l’applicazione ideale per esaltare tutte le caratteristiche della nuova Surface Pen.

Surface Pro, le specifiche e i prezzi

Surface Pro che arriva anche in Italia il giorno del lancio a livello mondiale, fissato per il 15 giugno, sarà disponibile a partire da 959 euro (in questo caso con 128 Gbyte di memoria di archiviazione e Intel Core m e 4 Gbyte di Ram) con una serie di opzioni cromatiche molto fantasiose per personalizzare la tastiera Signature, lo stilo Surface Pen e Arc Mouse: platino, bordeaux, blu cobalto.

Il modello di fascia media equipaggiato con Intel Core i5 di settima generazione 256 Gbyte di memoria e 8 Gbyte di Ram costerà circa 1500 euro e il modello top con 1 TB di memoria SSD, Intel Core i7 e 16 Gbyte di Ram costerà 3149 euro. Sono disponibili anche altre configurazioni intermedie.

Il dubbio è che ci sarebbe voluto molto di più per risollevare il declino nelle vendite di questo device che incuriosisce ma onestamente rispetto alla versione precedente non si presenta con novità strabilianti e mantiene molto alta la soglie del prezzo per un modello di Surface che davvero sia in grado di fare anche da laptop potente (quindi non la versione sotto i mille euro con Intel Core m3, prezzo che ricordiamo consente ben l’acquisto di un discreto laptop con ben altre capacità di calcolo e interfacce).

Le interfacce disponibili su Surface Pro sono: una porta USB 3.0 standard, Surface Connect, jack per cuffie e microfono, una mini display port, l’innesto per la cover, e il lettore di schede microSD. Microsoft ha perso l’occasione per portare su Surface Pro l’interfaccia USB-C.  Il dispositivo consente la procedura di login tramite Windows Hello e dispone di fotocamera anteriore da 5 MP e posteriore con sensore da 8 MP.  Tutte le specifiche in dettaglio sono pubblicate su Microsoft Store.