Mobility

Intel mette Android su Atom, e negli smartphone

Silicon è il sito di tecnologia dedicato alle strategie delle aziende IT che cavalcano i nuovi trend di mercato, dal cloud computing alla virtualizzazione, dal mobile al byod. Analisi, approfondimenti, prove di app e prodotti, oltre alle notizie quotidiane, fanno di Silicon l’appuntamento giornaliero per i manager che vogliono capire come la tecnologia possa aiutarli nel fare business. Su queste tematiche Silicon realizza interviste agli attori del mercato e reportage dai principali eventi, sia in Italia sia all’estero.

Intel rende Atom appetibile per gli smartphone con il porting del sistema operativo Android

Intel ha concluso il porting del sistema operativo mobile Android sui processori Atom che equipaggeranno i prossimi smartphone. Dunque all’interno di Intel già il sistema operativo open di Google gira sui processori Atom e alcuni vendor si sono già dichiarati interessati . La notizia è stata data in una dichiarazione a margine dell’Intel Developer Forum in corso a Pechino.
La strategia generale di Intel è di non restare indietro nella corsa delle Cpu per cellulari e per questa sta abilitando sugli Atom tutti i sistemi operativi possibili , cercando di recuperare spazio di mercato rispetto al processore attualmente prevalente prodotto da Arm Holdings .
Tecnicamente parlando uno dei problemi sta nell’architettura specifica dei processori che rendono esclusivo il porting. Atom è costruito su un’architettura x86 ( quella dei PC ) , mentre Arm è in architettura Risc. Per Android non ha aiutato il fatto che Google ha sviluppato il suo progetto originario su tecnologia Arm . Poi il fatto che Android sia un software open source ha dato il via a implementazioni diverse del sistema operativo su altri chip.

Finora nella combinazione tra Atom e Android si è cimentata Acer che ha portato però Android sui netbook basati sul processore Atom già dallo scorso anno.   Commentando i numeri del primo trimestre di Intel a IDF, Paul Otellini, Ceo di Intel , ha dichiarato che la mobilità continua ad essere una grande spinta all’interno di un mercato in ripresa. Intel ha pianificato il lancio di un Atom dual core nel prossimo trimestre e sta poi lavorando a una versione a bassissimo consumo di Atom.