Data storageMobilitySoftware

Intel lavora su wireless, storage e sicurezza

Silicon è il sito di tecnologia dedicato alle strategie delle aziende IT che cavalcano i nuovi trend di mercato, dal cloud computing alla virtualizzazione, dal mobile al byod. Analisi, approfondimenti, prove di app e prodotti, oltre alle notizie quotidiane, fanno di Silicon l’appuntamento giornaliero per i manager che vogliono capire come la tecnologia possa aiutarli nel fare business. Su queste tematiche Silicon realizza interviste agli attori del mercato e reportage dai principali eventi, sia in Italia sia all’estero.

Accordo con Engenio-Lsi per Raid su server e workstation. Una tecnologia antifurto

Se da un lato tira aria di recessione su economia e IT, dall’altro i costruttori di chip impegnati nella tecnologia di base non mancano di lavorare per il futuro. Oltre a Ibm che lavora alla ricerca di lungo periodo, anche Intel si impegna con progetti di ingegnerizzazione a lungo e breve periodo. In ambito storage Intel e Lsi Corporation hanno annunciato un accordo strategico di lungo periodo per ridefinire le modalità in cui la protezione evoluta dei dati di tipo Raid (Redundant Array of Independent Disks) verrà implementata sulle future piattaforme server e workstation basate su processori Xeon . Questa collaborazione di carattere tecnico abbina la tecnologia Raid di nuova generazione di Intel, nome in codice Treemont, con il software MegaRaid di Lsi, per offrire una nuova fascia di soluzioni di storage da offrire ai costruttori di sistemi su base Oem. La tecnologia Treemont è un’architettura open basata sui punti di forza di Intel: multi-core, virtualizzazione, interfacce storage. Il software MegaRaid di Engenio– Lsi offre protezione dei dati, disponibilità, prevenzione degli errori e ripristino dei dati business-critical.

A breve Intel è invece impegnata nel lancio presso costruttori e sviluppatori di soluzioni wireless e per la mobilità . Intel ha presentato cinque nuovi processori Atom e la tecnologia di processore Centrino Atom per dispositivi MID (Mobile Internet Device). Centrino Atom comprende , oltre al primo processore Atom (nome in codice “Silverthorne” sotto i 3 Watt, un chip con grafica integrata, il System Controller Hub, che prevede tra l’altro funzionalità di decodifica di video HD Grazie alle caratteristiche tecniche del processore Intel Atom e del System Controller Hub, sarà possibile sviluppare una gamma di MID che offre un’ampia varietà di funzioni e diversi formati tascabile.
La tecnologia di processore Centrino Atom è stata progettata per consentire ai produttori di integrare una serie di opzioni per la connettività wireless, tra cui Wi-Fi, WiMax e Cellular Data. I futuri Classmate Pc saranno basati sul processore Atom. Gli attuali Classmate PC di seconda generazione sono basati invece sul processore Celeron M con funzionalità Wi-Fi 802.11b/g e di rete mesh.

Tra pochi mesi, a giugno, Intel intende rendere disponibile la nuova generazione di Centrino 2 che offrirà prestazioni più elevate, una durata prolungata della batteria, oltre a un’elevata qualità della grafica e supporto hardware nativo per l’intrattenimento ad alta definizione. Centrino 2 sarà anche la prima piattaforma Intel a offrire un’opzione integrata per l’accesso wireless Wi-Fi e WiMax, che dovrebbe essere disponibile in determinati notebook nel secondo semestre dell’anno.

Verso la fine del’anno Intel distribuirà la tecnologia Anti-theft per completare e potenziare le attuali soluzioni di importanti produttori di computer e fornitori di software. Questa tecnologia, progettata per il recupero delle risorse, la gestione dei danni derivanti da furti e la protezione dei dati, sarà disponibile nei notebook entro la fine di quest’anno.