Mobility

Infinera fa test a lunga distanza a 100 Gbps

Silicon è il sito di tecnologia dedicato alle strategie delle aziende IT che cavalcano i nuovi trend di mercato, dal cloud computing alla virtualizzazione, dal mobile al byod. Analisi, approfondimenti, prove di app e prodotti, oltre alle notizie quotidiane, fanno di Silicon l’appuntamento giornaliero per i manager che vogliono capire come la tecnologia possa aiutarli nel fare business. Su queste tematiche Silicon realizza interviste agli attori del mercato e reportage dai principali eventi, sia in Italia sia all’estero.

I nuovi componenti fotonici PIC di Infinera gestiscono fino a 500 Gbps di banda. Tuttavia la produzione in grandi quantità di sistemi ottici che utilizzano il chip a 500 Gbps non è prevista prima del 2012

Specialista delle reti ottiche , Infinera ha messo a punto una seconda generazione di circuiti integrati per la fotonica (PIC) che consentono di arrivare a una banda passante di 500 Gbps. Una simile capacità viene ottenuta combinando cinque canali a 100 Gbps. L’annuncio arriva dopo una sperimentazione su larga scala condotta da Infinera per la trasmissione su un canale a 100 Gbps attraverso una rete ottica fornita da XO Communications su una tratta di 1348 chilometri da Denver a Dallas, negli Stati Uniti. Tuttavia la produzione in grandi quantità di sistemi ottici che utilizzano il chip a 500 Gbps non è prevista prima del 2012.
I PIC 500G di Infinera integrano oltre 600 elementi ottici su una coppia di chip al fosfuro di indio. Sulla realizzazione va registrata una dichiarazione di Tom Fallon , Ceo di Infinera: “ Questa dimostrazione è una tappa importante del nostro piano di proporre comunicazioni a 100 G e una futura generazione di reti ottiche digitali a più Terabit al secondo basate sui PIC 500G. Siamo convinti che questi nuovi sistemi costituiranno il nostro punto di forza sul mercato ottico , come i sistemi basati su PIC 10G lo sono stati nel 2004 quando siamo arrivati sul mercato”.