MobilitySmartphone

HTC U11+, basta spremerlo e…

Nel 1998 inizia la sua esperienza nel mondo IT in Mondadori e partecipa alla nascita di Web Marketing Tools di cui coordina la redazione. Redattore esperto di software per PC Magazine, e caporedattore di ComputerIdea, segue da circa 20 anni l'evoluzione del mondo hardware, software e dei servizi IT in un confronto continuo con le aziende leader del settore

HTC U11+ è il nuovo top di gamma del portafoglio smartphone dell’azienda taiwanese. Più spazio per la batteria e display da 6″ tra le novità di punta

A metà maggio HTC ha annunciato il modello HTC U11, lo smartphone top di gamma secondo la casa taiwanese. Ora del 20 di novembre sarà possibile prenotare anche la versione “maggiorata” HTC U11+. Arriva con uno schermo più grande, la batteria più capiente per una maggiore autonomia, e un profilo decisamente sottile – anche se non da record – di circa 8,5 mm con una finitura traslucida, elegante, e decisamente meno vistosa rispetto all’altra proposta consumer HTC U11 life.

HTC U11+
HTC U11+

Con dimensioni tra smartphone e phablet, questa proposta almeno si mantiene in un range di prezzo ragionevole, di poco inferiore agli 800 euro, con una dotazione hardware di tutto rispetto e con una qualità costruttiva che gli permette di resistere a polvere e liquidi secondo le specifiche IP68. HTC U11+ con Clear Shield vanta una scocca sempre elegante ma resistente agli urti, allo sporco e alla polvere.

Quattro quindi i punti cardine della proposta: (1) display da 6 pollici di diagonale con risoluzione Quad HD+ (2880×1440), protetto da Corning Gorilla Glass di quinta generazione; (2) la batteria da 3.930 mAh, (3) il software Edge Launcher per accedere alle notifiche e alle applicazioni con una sola mano e l’integrazione di Edge Sense che permette una serie di azioni semplicemente stringendo lo smartphone, per esempio l’attivazione di Google Assistant (a seconda dei mercati anche Amazon Alexa), oppure della fotocamera.

In ultimo (4)HTC porta su U11+ due fotocamere (una anteriore e una sola posteriore). Niente doppia fotocamera posteriore, ma una serie di ottimizzazioni che consentono comunque a questo smartphone di potere essere considerato tra i modelli di punta. Per esempio la stabilizzazione ottica dell’immagine, sensore BSI, autofocus a rilevamento di fase, doppio flash a led, buona apertura f1.7, HDR Boost (presente anche nella fotocamera frontale), e possibilità di riprendere video 4K.

Sotto la scocca, HTC U11+ non delude affatto. E’ equipaggiato con la Cpu top di gamma Qualcomm Snapdragon 835, sfrutta 6 Gbyte di RAM, è disponibile con 128 Gbyte di memoria per le applicazioni e i file. Il sistema operativo disponibile è Android 8.0 Oreo. L’ultima versione.
L’interfaccia per la ricarica e il collegamento con altri device è di rigore USB 3.1 Type C, mentre per quanto riguarda le altre interfacce e sensori questo modello non manca di nulla: sensore di luce ambientale, di prossimità, Motion-G, bussola elettronica, giroscopio, Sensor Hub per il tracking delle attività.

Come sistema autenticazione è previsto il sensore di impronte digitali. Ad oggi, anche su alcuni smartphone/phabet top che invece implementano il riconoscimento del volto o dell’iride (in prova al momento abbiamo Samsung Galaxy Note 8), resta il riconoscimento delle impronte digitali il sistema in assoluto più veloce. Supportati Bluetooth 5.0, WiFi anche ac dual band, NFC, HTC Connect. E’ possibile lo streaming dal telefono sui terminali compatibili con AirPlay, Chromecast, DLNA e Miracast.   

 HTC U11+ sarà disponibile per la prenotazione intorno al 20 di novembre.