Mobility

Gartner, nuove sfide per i carrier

Silicon è il sito di tecnologia dedicato alle strategie delle aziende IT che cavalcano i nuovi trend di mercato, dal cloud computing alla virtualizzazione, dal mobile al byod. Analisi, approfondimenti, prove di app e prodotti, oltre alle notizie quotidiane, fanno di Silicon l’appuntamento giornaliero per i manager che vogliono capire come la tecnologia possa aiutarli nel fare business. Su queste tematiche Silicon realizza interviste agli attori del mercato e reportage dai principali eventi, sia in Italia sia all’estero.

Gli interventi di regolazione pongono problemi di efficienza aziendale per gli operatori

Nei prossimi cinque anni il mercato delle telecomunicazioni cambierà in modo così rapido e radicale che un intervento dall’alto delle autorità governative e un certo livello di ingegneria di mercato sarà inevitabile. In questo senso Gartner parla di ‘separazione strutturale’ riferendosi a una destrutturazione o anche a una rottura del modello di business a integrazione verticale adottato in questo momento dai carrier di telecomunicazioni.

Questo criterio di separazione strutturale si sta facendo strada nelle indicazioni delle autorità regolatorie dei paesi più sviluppati in Europa e in Asia. Ma questo andrebbe a erodere le efficienze di costo ottenute con una stretta integrazione verticale delle attività degli operatori.

D’altra parte le esperienze precedenti di separazione forzata delle attività effettuate negli anni scorsi negli Stati Uniti non sono state sempre positive sui conti degli operatori.

In Europa invece, secondo gli esperti di Gartner, è ancora troppo presto per stabilire se una separazione societaria o funzionale ha avuto effetti positivi su BT e gli altri pochi carrier , come Telecom Italia, che si sono mossi in questa direzione. Un parallelo con altri esempi di separazione in campi diversi come l’elettricità o i trasporti ferroviari non sono incoraggianti dal punto di vista della qualità del servizio verso l’utenza.

Come spiega Alex Winogradoff, un ricercatore di Gartner,” nei passati 20 anni i carrier hanno sempre più focalizzato le loro attività sull’efficienza operativa attraverso assetti di tipo verticale per competere in modo efficace con i nuovi entranti che godevano di strutture relativamente più snelle. In molte nazioni i progressi sono stati pochi , nonostante gli interventi regolatori in funzione dell’unbundling e della separazione della contabilità per incoraggiare la competizione e stimolare gli investimenti. Ora gli enti regolatori puntano a smantellare questo tipo di integrazione verticale”.