Mobility

Ericsson: il traffico dati sorpassa quello della voce

Silicon è il sito di tecnologia dedicato alle strategie delle aziende IT che cavalcano i nuovi trend di mercato, dal cloud computing alla virtualizzazione, dal mobile al byod. Analisi, approfondimenti, prove di app e prodotti, oltre alle notizie quotidiane, fanno di Silicon l’appuntamento giornaliero per i manager che vogliono capire come la tecnologia possa aiutarli nel fare business. Su queste tematiche Silicon realizza interviste agli attori del mercato e reportage dai principali eventi, sia in Italia sia all’estero.

Dato storico: la popolarità dei siti di social media tra gli utenti di internet in mobilità hanno spinto l’uso dei dati sulle reti mobili

Nel corso dell’edizione di quest’anno di CTIA Wireless a Las Vegas, rappresentanti di Ericsson hanno annunciato che il traffico dati su reti mobili ha superato il traffico voce su base globale a fine 2009. Questo dato è frutto dei rilevamenti di Ericsson sulle reti commerciali presenti in tutte le regioni del mondo.
I dati Ericsson mostrano come il traffico dati sia cresciuto globalmente del 280% durante ciascuno degli ultimi due anni e si prevede che raddoppi annualmente nei prossimi cinque anni. Il superamento si è verificato a circa 140.000 Tb al mese sia nel traffico voce che nel traffico dati. . Nello stesso periodo, le misurazioni di Ericsson mostrano come il traffico sulle reti 3G abbia superato quello sulle reti 2G. Attualmente un’alta percentuale del traffico dati su reti mobili è generata dalla fruizione di siti di social networking da dispositivi mobili e PC basati sulla banda larga mobile. Oltre 200 operatori mobili in 60 paesi stanno implementando e promuovendo applicazioni mobili di Facebook con oltre 100 milioni di utenti attivi che accedono a Facebook attraverso i loro dispositivi wireless.
“400 milioni di abbonamenti alla banda larga mobile che generano ora un traffico dati maggiore rispetto al traffico voce su un totale di 4,6 miliardi di abbonamenti mobili nel mondo rappresenta una vera e propria pietra miliare”, ha dichiarato Hans Vestberg, CEO di Ericsson durante il suo discorso al management briefing di Las Vegas. “I rilevamenti condotti da Ericsson nel mondo reale hanno confermato la nostra ipotesi che il crescente interesse nei confronti di una connettività disponibile in qualunque luogo e in qualunque momento avrebbe guidato la crescita della banda larga mobile.”
Uno studio condotto da Ericsson sui consumatori mostra che se da una parte il traffico dati mobile aumenta, al tempo stesso la connessione a banda larga mobile sta diventando personale come il cellulare. L’80% dei partecipanti dichiara che non condividerebbe il proprio portatile con nessuno, mentre il 65% non vorrebbe condividere la propria connessione a banda larga mobile. Per far fronte al nuovo comportamento dei consumatori, le reti mobili avranno bisogno di essere dimensionate non solo per la voce, ma anche per i dati. Questo comporta una significativa modernizzazione della rete in direzione “all-IP” e nuovi sistemi di supporto.