AcquisizioniEnterpriseMobility

È ufficiale la vendita di Nokia Here ad Audi, BMW e Daimler

Silicon è il sito di tecnologia dedicato alle strategie delle aziende IT che cavalcano i nuovi trend di mercato, dal cloud computing alla virtualizzazione, dal mobile al byod. Analisi, approfondimenti, prove di app e prodotti, oltre alle notizie quotidiane, fanno di Silicon l’appuntamento giornaliero per i manager che vogliono capire come la tecnologia possa aiutarli nel fare business. Su queste tematiche Silicon realizza interviste agli attori del mercato e reportage dai principali eventi, sia in Italia sia all’estero.

Ora Nokia Here potrà portare avanti più liberamente lo sviluppo della sua “location cloud”, mentre Nokia accelera verso la fusione con Alcatel-Lucent

Come era già stato anticipato da diverse fonti, Nokia ha ceduto le attività legate alle mappe digitali e ai servizi di geo-localizzazione che operano sotto il brand Nokia Here. Ad acquisirle è stato un consorzio di produttori tedeschi di automobili che comprende Audi, BMW e Daimler e quindi, come marchi principali collegati, anche Volkswagen, Seat, Skoda, Porsche e Mercedes. L’operazione è stata valutata circa 2,8 miliardi di euro, Nokia incasserà qualcosa in meno (2,5 miliardi) e prevede che la vendita porti un utile di circa 1 miliardo di euro.

here-auto02Nokia Here non è notissima al grande pubblico, ma all’interno di Nokia costituisce una divisione di peso con quasi 6.500 dipendenti a metà 2015 e un fatturato di 552 milioni di euro per i primi sei mesi dell’anno. Le sue mappe e i suoi servizi sono integrati nelle automobili di molti marchi, tanto che l’azienda dichiara di essere presente in quattro sistemi di navigazione integrati su cinque per le vetture vendute in Europa e Nord America. Nokia Here collabora anche con aziende non automotive come FedEx, Oracle, SAP, Amazon, Baidu, Microsoft, Samsung e Yahoo. Il mercato a cui punta infatti non è solo quello della navigazione, ma anche quello delle applicazioni analitiche location-based in ambito enterprise e più in generale, per il mondo consumer, dei servizi legati alla posizione.

Per questo Nokia Here parla dello sviluppo di una “location cloud”: raccogliere i dati di posizione generati dai veicoli, dai dispositivi portatili e da altri componenti infrastrutturali, come i sistemi di trasporto pubblico, per sviluppare una vasta gamma di servizi legati alla posizione dell’utente e di tutti ciò che gli sta (o gli starà, man mano che si muove) intorno.

La vendita di Nokia Here dovrebbe essere completata entro il primo trimestre 2016. A quel punto Nokia consisterà di due parti: Nokia Networks come fornitore di software e servizi per le reti a banda larga e Nokia Technologies, focalizzata sullo sviluppo e il licensing di tecnologie. Questa struttura potrà completare la fusione programmata con Alcatel-Lucent, che dovrebbe completarsi entro metà 2016.