EnterpriseMobility

Cisco, via libera definitivo all’acquisizione di Tandberg

Silicon è il sito di tecnologia dedicato alle strategie delle aziende IT che cavalcano i nuovi trend di mercato, dal cloud computing alla virtualizzazione, dal mobile al byod. Analisi, approfondimenti, prove di app e prodotti, oltre alle notizie quotidiane, fanno di Silicon l’appuntamento giornaliero per i manager che vogliono capire come la tecnologia possa aiutarli nel fare business. Su queste tematiche Silicon realizza interviste agli attori del mercato e reportage dai principali eventi, sia in Italia sia all’estero.

Anche gli enti antitrust hanno garantito la loro approvazione all’acquisizione di Tandberg da parte di Cisco, un affare da 3,4 miliardi di dollari

Cisco Systems ha spazzato via anche l’ultimo inciampo sulla strada definitiva della acquisizione di Tandberg con l’approvazione delle autorità regolatorie non solo degli Usa , ma anche dell’Unione Europea. In sostanza l’acquisizione da 3,4 milioni di dollari non avrà impatti significativi ai fini di monopolio sul mercato della collaborazione video. L’acquisizione. largamente anticipata, ha già dato il via a importanti rischieramenti di mercato soprattutto da parte di HP   e di Polycom   . Ora Cisco avrà largo spazio per lo sviluppo della telepresenza , ossia della comunicazione in video conferenza ad altissima definizione.
E lo avrà dopo le promesse fatte all’Unione Europea di una maggiore interoperabilità con i sistemi rivali e la rinuncia a controllare il protocollo TIP (TelePresence Interoperability Protocol) che diventerà uno standard di migliore interoperabilità tra la tecnologia di Cisco per la telepresenza e i prodotti di collaborazioni immersiva dei competitor. Cisco ha introdotto il concetto di telepresenza   cinque anni fa.
Da allora ha radunato 600 clienti globali e punta con l’ingresso in Tandberg di arrivare a un fatturato di un miliardo di dollari all’interno di un mercato valutato in 3 miliardi.