CollaborationMobilitySoftware

Cisco : si chiama Umi la telepresenza in casa

Silicon è il sito di tecnologia dedicato alle strategie delle aziende IT che cavalcano i nuovi trend di mercato, dal cloud computing alla virtualizzazione, dal mobile al byod. Analisi, approfondimenti, prove di app e prodotti, oltre alle notizie quotidiane, fanno di Silicon l’appuntamento giornaliero per i manager che vogliono capire come la tecnologia possa aiutarli nel fare business. Su queste tematiche Silicon realizza interviste agli attori del mercato e reportage dai principali eventi, sia in Italia sia all’estero.

Cisco aggredisce il mercato Usa della telepresenza nelle case con il sistema di videocomunicazione Umi. I critici: costoso e un mercato non chiaro

Cisco si è buttata nel mare dei prodotti per consumatori e ha presentato il suo sistema Umi di telepresence domestica L’offerta Umi ( che in inglese viene pronunciata come “io e te” ) mette Cisco in competizione con fornitori servizi di videocomunicazione anche gratuiti , primo fra tutti Skype. Questo prodotto video per le case sostanzialmente mette in comunicazione il televisore di casa ad alta definizione con Internet a un prezzo che nel mercato Usa, quello di riferimento per Cisco, prevede 600 dollari per l’apparecchiatura e 25 dollari al mese per il servizio.

Secondo i tecnici di Cisco la qualità audio e video di Umi supera quella di una comune video conferenza basata su personal computer.
Cisco è ormai nel business della telepresenza aziendale da cinque anni e dichiara 600 clienti nel mondo. D’altra parte la società si aspetta che l ‘acquisizione di Tandberg dia finalmente un contributo al fatturato per portarlo al traguardo del miliardo di dollari all’anno.

Cisco era già entrata nel mercato consumer con l’acquisizione delle video camere HD di Pure Digital. Il panorama di mercato vede la presenza di altri concorrenti ,prima fra tutti Logitech che ha acquisito LifeSize Communications. La soluzione Umi prevede una video camera ad alta definizione e una console che lavorano con un televisore ad alta definizione , almeno 1080p. Insieme con le chiamate video e voce , gli utenti possono registrare e riprodurre video , condividerli su Youtube o Facebook e comunicare con la video chat di Cisco.

Cisco si è dichiarata aperta a supportare l’interoperabilità con soluzioni analoghe. Controversi i primi commenti degli analisti. Gartner dichiara che una domanda di sistemi simili da prte dei consumatori non si è ancora delineata chiaramente, mentre opzioni come Skype sono più facili e meno costose.