EnterpriseMobilityStart up

Anche Tiscali nel progetto 2010: Fibra per l’Italia

Silicon è il sito di tecnologia dedicato alle strategie delle aziende IT che cavalcano i nuovi trend di mercato, dal cloud computing alla virtualizzazione, dal mobile al byod. Analisi, approfondimenti, prove di app e prodotti, oltre alle notizie quotidiane, fanno di Silicon l’appuntamento giornaliero per i manager che vogliono capire come la tecnologia possa aiutarli nel fare business. Su queste tematiche Silicon realizza interviste agli attori del mercato e reportage dai principali eventi, sia in Italia sia all’estero.

Tiscali prenderà parte anche alla sperimentazione nel quartiere romano della Collina Fleming

Tiscali , aderisce al progetto “2010: Fibra per l’Italia”, presentato da Fastweb, Vodafone e Wind, con l’obiettivo di dotare l’Italia di un’unica infrastruttura di rete di nuova generazione in fibra ottica. In sede di annuncio il nome di Tiscali era già stato dato come possibile aderente. A tutto marzo 2010 Tiscali ha registrato in Italia oltre 722 mila clienti di cui circa 572 mila ADSL e circa 332 mila dual play. 

Tiscali si unisce quindi ai tre operatori promotori del progetto nel chiedere al Governo e alle Istituzioni preposte di dare il via al processo per realizzare una società per la gestione della rete in fibra ottica con il contributo di tutti gli operatori di telecomunicazioni e delle Autorità. Partecipando allo sviluppo del progetto per la creazione della Rete di Nuova Generazione (NGN), Tiscali prenderà parte anche alla sperimentazione nel quartiere romano della Collina Fleming .  
Renato Soru, Presidente e Amministratore Delegato di Tiscali, ha dichiarato: “Vedo nel progetto 2010 Fibra per l’Italia l’affermazione concreta di una necessità che non può essere più trascurata: dotare anche l’Italia di quelle infrastrutture di cui gli altri Paesi con cui ci confrontiamo si stanno rapidamente dotando. La banda larga è il cuore di un Paese moderno e civile. Le decisioni che verranno prese su questo progetto determineranno la competitività dell’Italia di domani “.