Mobility

Akamai analizza la Rete

Silicon è il sito di tecnologia dedicato alle strategie delle aziende IT che cavalcano i nuovi trend di mercato, dal cloud computing alla virtualizzazione, dal mobile al byod. Analisi, approfondimenti, prove di app e prodotti, oltre alle notizie quotidiane, fanno di Silicon l’appuntamento giornaliero per i manager che vogliono capire come la tecnologia possa aiutarli nel fare business. Su queste tematiche Silicon realizza interviste agli attori del mercato e reportage dai principali eventi, sia in Italia sia all’estero.

Pubblicato il rapporto sullo stato di Internet relativo al quarto trimestre 2009. La velocità delle connessioni mobili si colloca tra i 106 Kbps e i 3,2 Mbps

Akamai Technologies ha pubblicato lo State of the Internet Report relativo al quarto trimestre 2009, . Basato su informazioni raccolte dalla rete Akamai, il rapporto approfondisce aspetti importanti della Rete, come i livelli di connettività a banda larga a livello globale. Il livello di visibilità di Akamai sulla velocità di connessione dei sistemi che si collegano alla propria rete offre un quadro esclusivo sull’adozione della banda larga a livello globale.
Akamai ha esaminato la velocità media di connessione nelle singole città, prendendo in esame città con almeno 50.000 indirizzi IP unici che si collegano alla rete Akamai. Un’analisi delle 100 città più veloci al mondo ha evidenziato che:
• circa la metà delle città più veloci si trova in Giappone, 62 in Asia
• le 15 città europee più veloci sono sparse i 6 Paesi
• oltre un quinto delle città più veloci si trova negli Stati Uniti .

Corea del Sud, Hong Kong e Giappone offrono la velocità di connessione più elevata al mondo, gli unici tre Paesi a superare il livello medio di connessione di 7,5 Mbps . La velocità media delle connessioni a Internet in Italia si è attestata sui 2,8 Mbps.
Alla fine del 2009, Akamai ha registrato 465 milioni di indirizzi IP unici collegati da 234 Paesi, con una crescita del 16% rispetto ai 401 milioni della fine del 2008 e di circa il 54% rispetto ai 312 milioni registrati a fine 2007. Paragonando i dati degli indirizzi IP unici pro capite di ogni Paese nel quarto trimestre, la Norvegia si trova in testa alla lista con una penetrazione di Internet del 49%. Globalmente, 35 Paesi mostrano ancora livelli di penetrazione di Internet pari o superiori al 25% (0,25 o più indirizzi IP unici pro capite).

Considerando la crescita dell’accesso ai contenuti Internet da dispositivi mobili, come smartphone e laptop equipaggiati con connettività mobile a banda larga, Akamai pubblica per la seconda volta i dati raccolti da connessioni alla propria rete da dispositivi mobili. Esaminando i dati, Akamai ha rilevato una gamma piuttosto ampia di velocità di connessione, che va dai 3,2 Mbps di un provider austriaco ai 106 Kbps di un provider slovacco. E’ importante osservare che la velocità di connessione su reti mobili varia in base diversi fattori: distanza del dispositivo dai ripetitori, design (con antenna interna o esterna) dispositivo fermo o in un veicolo in movimento, standard wireless utilizzati (LTE, HSDPA, EV-DO, etc.).
In Italia esiste un divario di 2Mbps tra il provider che offre la velocità di connessione maggiore (3,2 Mbps) e quello che offre la velocità minore (1,2 Mbps). Considerando l’operatore più performante, l’Italia è il terzo Paese per velocità di collegamento in mobilità.