LteMobilityNetwork

Zte con Wind Tre e Qualcomm, avanti la sperimentazione 5G

Nel 1998 inizia la sua esperienza nel mondo IT in Mondadori e partecipa alla nascita di Web Marketing Tools di cui coordina la redazione. Redattore esperto di software per PC Magazine, e caporedattore di ComputerIdea, segue da circa 20 anni l’evoluzione del mondo hardware, software e dei servizi IT in un confronto continuo con le aziende leader del settore

Il 2018 sarà l’anno delle sperimentazioni sul 5G, ma è già bagarre. La sperimentazione Zte/Wind Tre con Qualcomm che partecipa a diversi progetti e sottolinea l’importanza dell’interoperabilità

Qualcomm è aperta alle sperimentazioni sul 5G con le telco del nostro Paese e in un recente incontro ha voluto sottolineare come le potenzialità della connettività 5G saranno declinabili sul campo esclusivamente se tutti gli ambienti – l’intera “supply chain” – saranno interoperabili. In quest’ottica ecco l’annuncio di un’altra serie di test con ZTE e Wind Tre.

Si tratta di sperimentazioni con test di  interoperabilità basate sulle specifiche 5G New Radio (NR) sviluppate dal 3GPP, serviranno a certificare la user experience possibile sui servizi con le tecnologie 5G per accelerare il lancio delle reti commerciali basati su infrastrutture e device con lo standard 5G NR.

La sperimentazione in questo caso sarà condotta sui 3,7 GHz, questa la banda di frequenza su cui si vorrà raggiungere la velocità di trasmissione di diversi Gigabit al secondo con latenza minima. Una recente ricerca già ha messo in luce quanto le aspettative del 5G stiano spostando in avanti l’attesa anche sui nuovi terminali.

Per questo progetto saranno utilizzati gli apparati ZTE che comunicano su interfacce radio 5G con i dispositivi-prototipo sviluppati da Qualcomm Technologies, sulla base delle linee guida di Wind Tre.

Qualcomm 5G NR
Qualcomm 5G NR

Bai Yanmin, general manager dei prodotti ZTE e TDD&5G ha sottolineato: “ZTE sta sviluppando una serie di chiavi tecnologiche, soluzioni e modelli di network e partner industriali” e come “una serie dettagliata di test sul campo aiuta ZTE a perseguire lo scopo di voler diventare il primo rivenditore di attrezzatura e soluzioni per il 5G scoprendo, risolvendo potenziali problemi prima del massimo uso commerciale del 5G”.

Intanto anche le altre Telco hanno acceso i motori. Tim con Ericsson è in fase di lancio a Torino, al Politecnico, della prima antenna ad onde millimetriche che sfrutta il 5G, Vodafone è in procinto di realizzare la rete milanese mentre porta a Roma i servizi Lte Advanced.