Quantcast
L´IT al servizio della tua impresa

Investimenti in storage flash? Si, ma con il ‘cervello acceso’

hub-15.1

Una carrellata di casi e sotto casi a cui prestare attenzione quando le aziende devono decidere se investire e come in una soluzione flash. Prima di tutto bisogna chiedersi se ci si può permettere di una soluzione flash

Quali sono i fattori chiave da considerare prima di investire in un array di storage flash? Secondo una ricerca Gartner, entro il 2019, il 20% degli array di storage tradizionali di fascia alta sarà sostituito da array dedicati a stato solido. Punto dopo punto sono spiegate le considerazioni che sono necessarie ai fini dell’acquisto. La prima è sicuramente quella secondo la quale ci si deve chiedere se ci si può permettere una soluzione flash.

Sentire spesso la frase “prestazioni migliori, archiviazioni di più dati con meno risorse ma al costo più basso possibile” induce a pensare a che i sistemi flash offrano, a livello di prestazioni, una soluzione ovvia ma, a livello di prezzo, i dischi, fino a poco tempo fa erano più competitivi. Le aziende devono stare attente alle false promesse sui rapporti di compressione in alcuni casi sono migliori, in altri peggiori, ma si ricordi che il costo per GB può rivelarsi più alto di quello promesso dal fornitore. Inoltre , si consideri la possibilità di utilizzare unità flash ad alta densità più vantaggiose in termini di spazio. La tecnologia di compattazione dei dati, abbinata a unità flash ad alta capacità può ridurre l’ingombro dell’80% o più, diminuendo per conseguenza anche il consumo di energia elettrica.  In ogni caso, oggi è possibile acquistare storage all-flash a 1,20 dollari per GB utilizzabile. Con meno di mezzo rack di array flash si possono sostituire quattro rack di storage tradizionali di fascia alta.

Rapidità nelle risposte. Un altro punto da considerare e da tener presente è che i carichi di lavoro non richiedono solo alte prestazioni, ma anche tempi di risposta rapidi. I cari di tipi di array flash non offrono solo prestazioni molto diverse ma variano anche dal punto di vista della coerenza e della prevedibilità di queste prestazioni. Quindi, che si scelga un’opzione all-flash, ibrida o flash convergente, è indispensabile ricercare un’architettura concepita per garantire livelli di servizio adeguati a una vasta gamma di applicazioni diverse.

Indicate il livello di prestazione e vi dirò cosa volete. Le architetture che impiegano hardware dedicato per eseguire funzioni specifiche, come i calcoli della parità Raid e la deduplica sono in grado di ridurre l’uso delle risorse Cpu da parte dell’array. Inoltre, i supporti flash sono così veloci che possono facilmente saturare i controller di storage. Occorre orientarsi verso soluzioni capaci di scalare oltre l’architettura a due nodi per garantire livelli superiori di prestazioni e scalabilità della capacità all’interno dello stesso sistema. Per ottimizzare sia i requisiti sulle prestazioni sia sull’efficienza della capacità è necessario abilitare e disabilitare la deduplica sui singoli volumi a seconda del data set. Inoltre, non ci si limiti a osservare le singole metriche ma si consideri che il numero di Iops deve essere a un livello di latenza specifico; un altro punto è la prestazione da mantenere anche in caso di guasto. Questo tipo di architettura tende a comportarsi bene anche in condizioni di guasto ed è studiata per rilevare velocemente l’eventuale carico aggiuntivo generato dal malfunzionamento di un componente.  Infine si ricordi che i supporti flash sono veloci e possono saturare tutti gli altri componenti del sistema. Un’architettura ottimizzata per il flash assicura l’utilizzo di ogni singolo componente del sistema. Questo significa, per esempio, che ogni macchina virtuale avrà a disposizione tutte le unità SSD, i controller e le porte per ogni possibile picco del carico di lavoro . E’ questo il vantaggio delle architetture ottimizzate.

hub-18.2

Resilienza e scalabilità. Con gli array flash, resilienza e scalabilità di livello enterprise non possono essere date per scontate. La potenza di una memoria flash non serve a molto se la capacità disponibile si esaurisce o non è operativa 24 ore su 24, sette giorni su sette, per 365 giorni all’anno. Le caratteristiche di livello Enterprise, come la replica sincrona o asincrona, la migrazione dei dati live e il failover trasparente del data center, che possono sembrare standard nello storage tier-1, negli array all flash non lo sono. Nuovi array all flash sono completamente privi di questi servizi dati di classe enterprise. Alcuni possono offrirli tramite appliance esterne, ma questo fa solo aumentare i costi, la complessità e il downtime. Quindi cosa si deve cercare? Innanzitutto caratteristiche collaudate di livello enterprise; protezione assoluta dei dati; set di funzionalità di test per data center e una scala moderna.

Backup e ripristino. La deduplica può ridurre fino a venti volte lo storage richiesto dal backup. La disponibilità di backup scalabili e privi di duplicati consente di aumentare il numero dei punti di ripristino, incrementando i livelli di granularità e controllo. Si deve sempre verificare se la funzione di deduplica è nativa della soluzione di storage o se richiede risorse server. Non si deve dimenticare che i dati flash più importanti devono essere completamente protetti e facilmente ripristinabili.