EnterpriseStart up

La Ue aiuta le Pmi che pensano all’ambiente

Silicon è il sito di tecnologia dedicato alle strategie delle aziende IT che cavalcano i nuovi trend di mercato, dal cloud computing alla virtualizzazione, dal mobile al byod. Analisi, approfondimenti, prove di app e prodotti, oltre alle notizie quotidiane, fanno di Silicon l’appuntamento giornaliero per i manager che vogliono capire come la tecnologia possa aiutarli nel fare business. Su queste tematiche Silicon realizza interviste agli attori del mercato e reportage dai principali eventi, sia in Italia sia all’estero.

In arrivo fondi a favore delle imprese che progettano investimenti in grado di superare le norme comunitarie inerenti la tutela ambientale

Aiuti economici che possono coprire anche il 100% di un investimento. Li ha previsti la Comunità Europea rendendo disponibili fondi a favore di quelle imprese che avvieranno progetti la cui attività risultante consenta di superare i termini definiti dalle leggi comunitarie inerenti latutela ambientaleo di innalzare il livello di tutela in quelle aree per cui ancora non esistono precise leggi comunitarie.

Questo è quanto si legge nella norma comunitaria C82 pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale della Comunità Europea il 1° aprile scorso. Tale norma riporta anche che, nel caso in cui il supporto all’investimento venga concesso tramite una procedura di gara autenticamente competitiva, tali fondi possono coprire totalmente l’ammontare dell’investimento stesso.

Nel caso in cui i fondi siano destinati a piccole e medie imprese, è previsto che gli aiuti economici possano essere aumentati di una percentuale compresa tra il 10% e il 20%.

La norma comunitaria C82 prevede anche aiuti per le imprese che intendono investire per adeguarsi a norme comunitarie inerenti la gestione dei rifiuti, le energie rinnovabili, il risparmio energetico e il risanamento di siti contaminati. Ma anche per quelle aziende che vogliono anticipare l’adeguamento a norme comunitarie non ancora applicabili.