EnterpriseStart up

La prevenzione delle perdite di dati guida le politiche di sicurezza delle PMI

Silicon è il sito di tecnologia dedicato alle strategie delle aziende IT che cavalcano i nuovi trend di mercato, dal cloud computing alla virtualizzazione, dal mobile al byod. Analisi, approfondimenti, prove di app e prodotti, oltre alle notizie quotidiane, fanno di Silicon l’appuntamento giornaliero per i manager che vogliono capire come la tecnologia possa aiutarli nel fare business. Su queste tematiche Silicon realizza interviste agli attori del mercato e reportage dai principali eventi, sia in Italia sia all’estero.

La paura di perdere informazioni spinge le PMI a focalizzare la sicurezza sulle attività di protezione IT come backup e recovery. Un’indagine mondiale di Symantec sulle priorità per la sicurezza aziendale

Secondo la ricerca “2010 SMB Information Protection Survey”, condotta da Symantec su 2152 dirigenti e responsabili IT di PMI ( fino a 500 dipendenti) appartenenti a 28 Paesi, per le piccole e medie imprese la protezione delle informazioni sta diventando la maggiore priorità IT.
Questi i dati salienti emersi dall’indagine:
– il 74% delle PMI intervistate hanno dichiarato di essere abbastanza/molto preoccupate per la perdita delle informazioni elettroniche;
– il 42% ha perso informazioni riservate o proprietarie in passato;
– il 73% degli intervistati è stato vittima di cyber attacchi nello scorso anno;
– l’87% delle PMI è dotata di un piano di reazione in caso di disastro, ma solo il 23% considera il proprio piano abbastanza buono o eccellente.
Si è registrato un netto miglioramento rispetto a quanto emerso dalla stessa ricerca condotta nel 2009, quando un’alta percentuale di aziende non era dotata nemmeno delle basilari misure di sicurezza per le proprie informazioni .
Le PMI intervistate hanno mostrato un aumentato interesse e maggiori investimenti nella protezione delle informazioni. La perdita dei dati e i cyber attacchi sono considerati i rischi maggiori per il business, superando le attività criminali tradizionali, i disastri naturali e il terrorismo. Le PMI investono attualmente una media circa 41.200 euro l’anno e i due terzi del tempo lavorativo dello staff IT è dedicato alla protezione delle informazioni, inclusa la sicurezza dei computer, backup, recovery, archiviazione.
Uno dei maggiori pericoli per le PMI è la perdita di dispositivi. All’incirca i due terzi delle aziende intervistate ha dichiarato di aver perso dispositivi come laptop, smartphone negli ultimi 12 mesi. In tutte le aziende è avvenuto che almeno un apparecchio che, una volta smarrito, non era protetto da password e i dati in esso contenuti non potevano essere cancellati a distanza per proteggere le informazioni sensibili per il business.