EnterpriseStart up

La Computer Ethics affascina anche l’Italia

Silicon è il sito di tecnologia dedicato alle strategie delle aziende IT che cavalcano i nuovi trend di mercato, dal cloud computing alla virtualizzazione, dal mobile al byod. Analisi, approfondimenti, prove di app e prodotti, oltre alle notizie quotidiane, fanno di Silicon l’appuntamento giornaliero per i manager che vogliono capire come la tecnologia possa aiutarli nel fare business. Su queste tematiche Silicon realizza interviste agli attori del mercato e reportage dai principali eventi, sia in Italia sia all’estero.

Sarà il Politecnico di Torino il primo ateneo italiano a offrire all’interno della propria offerta formativa un corso dedicato alle implicazioni etiche dell’Information Technology

Diretta dal professor Mario Rasetti, è la Scuola di Dottorato del Politecnico di Torino la sede del primo corso italiano di Computer Ethics, aperto a tutti i dottorandi dell’Ateneo italiani e stranieri. Sponsorizzato da Sia-Ssb, il corso è tenuto in lingua inglese e ha una durata complessiva di 30 ore, il che consente di guadagnare un totale di 6 crediti formativi.

Dal 1991, la Computer Ethics si è ampiamente diffusa come materia di studio in tutte le facoltà di informatica e ingegneria del mondo, a partire dagli Stati Uniti, ed è arrivata anche in alcuni paesi europei.
Il Politecnico di Torino è la prima università italiana ad attivare all’interno dell’offerta formativa un corso specificatamente dedicato alla Computer Ethics. Le lezioni sono tenute da Norberto Patrignani, responsabile della sezione Etica & Information Technology del Centro Studi Politeia di Milano.

Il corso si propone come risposta alla crescente necessità di formare, soprattutto in campo ingegneristico, professionisti più completi, dotati delle competenze (anche di carattere umanistico) necessarie per valutare correttamente le conseguenze sociali ed etiche dell’It.
In aula saranno discusse e analizzate le principali problematiche legate alla diffusione dell’Information Technology nella società, con particolare attenzione alle implicazioni etiche presenti, sia in fase di sviluppo sia di utilizzo delle tecnologie, e alle criticità derivanti dall’uso improprio dei computer.