EnterpriseStart up

In crescita il fatturato delle Pmi milanesi

Silicon è il sito di tecnologia dedicato alle strategie delle aziende IT che cavalcano i nuovi trend di mercato, dal cloud computing alla virtualizzazione, dal mobile al byod. Analisi, approfondimenti, prove di app e prodotti, oltre alle notizie quotidiane, fanno di Silicon l’appuntamento giornaliero per i manager che vogliono capire come la tecnologia possa aiutarli nel fare business. Su queste tematiche Silicon realizza interviste agli attori del mercato e reportage dai principali eventi, sia in Italia sia all’estero.

Nel 2007 il tessuto delle imprese milanesi è cresciuto e si è rafforzato. Le Pmi sono aumentate del 5,5%, perfettamente in linea con il dato italiano 

Se le grandi imprese (con un fatturato superiore ai 10 milioni di euro) hanno registrato lo scorso anno una crescita del 5,1%, raggiungendo ormai l’1,4% del numero complessivo di imprese milanesi e le medio-grandi (fatturato da 1 a 10 milioni di eurofanno registrare una crescita ancora superiore (+5,9%), le medio-piccole (fatturato da 250 mila a 1 milione di euro) sono a quota +5,5% (in linea con il dato italiano).

Sono questi alcuni dei dati che emergono da una elaborazione della Camera di Commercio, attraverso il Lab MiM, su dati Registro Imprese sulla distribuzione per classi di fatturato delle imprese milanesi al IV° trimestre 2007.

Milano è anche la provincia italiana dove le imprese grandi, medio-grandi e medio-piccole pesano di più sul totale del tessuto imprenditoriale. E se per le piccole imprese si registra una leggera contrazione (-0,9%, comunque non distante rispetto al dato italiano di -0,4%), continuano a rappresentare 6 imprese milanesi su 7 (l’86,1% rispetto al 93,1% della media italiana). Nella classifica nazionale Milano si conferma al primo posto in tutte le classi di imprese: in quelle piccole con quasi 292 mila imprese (pari al 6,1% di tutte le piccole imprese italiane), in quelle medio-piccole (con il 12,5% del totale), in quelle medio-grandi con il 13,2% (e in quelle grandi con il 18,4% del totale).

La più elevata concentrazione di imprese piccole si registra invece nel settore dell’agricoltura (il 96,4% con un bilancio inferiore ai 250 mila euro), servizi sociali e personali (93%), intermediazione monetaria e finanziaria (92,3%) e costruzioni (91,8%). Infine tra le piccole aumentano le imprese nel settore della produzione e distribuzione di energia elettrica, gas e acqua (+5,2%) e della pubblica amministrazione (+4,5%).