EnterpriseStart up

Bonus sicurezza, al via le richieste al fisco

Silicon è il sito di tecnologia dedicato alle strategie delle aziende IT che cavalcano i nuovi trend di mercato, dal cloud computing alla virtualizzazione, dal mobile al byod. Analisi, approfondimenti, prove di app e prodotti, oltre alle notizie quotidiane, fanno di Silicon l’appuntamento giornaliero per i manager che vogliono capire come la tecnologia possa aiutarli nel fare business. Su queste tematiche Silicon realizza interviste agli attori del mercato e reportage dai principali eventi, sia in Italia sia all’estero.

L’agenzia delle entrate apre il calendario telematico per inviare le istanze dedicate al credito d’imposta

Da oggi è possibile fare domanda per ottenere il bonus sicurezza. L’agenzia delle entrate  riapre il canale telematico per i crediti d’imposta.

Si rinnova la presentazione dell’istanza, in via telematica, per l’assegnazione, nel 2010, del bonus sicurezza  stabilito nella Finanziaria 2008.

Le Pmi che svolgono attività commerciali di vendita al dettaglio e all’ingrosso, e/o attività di somministrazione di alimenti e bevande, e i rivenditori di generi di monopolio possono presentare dal 2 febbraio l’istanza di attribuzione del beneficio, utilizzando il modello Ims.

La trasmissione telematica della richiesta deve essere effettuata mediante l’utilizzo del software “CREDITOSICUREZZA”. Il credito d’imposta scatta per l’installazione di impianti e attrezzature di sicurezza poste nel luogo di esercizio dell’attività.

Tra i beni sui quali è applicabile il bonus rientrano i sistemi di pagamento con moneta elettronica, gli apparecchi di videosorveglianza, i sistemi di allarme, le inferiate, le porte blindate, gli infissi e i vetri di sicurezza, le casseforti, le cassette di sicurezza e le macchinette antifalsari.

Il beneficio, come ricorda l’agenzia delle entrate, ha già raggiunto 3.839 piccole e medie imprese cui sono stati attributi complessivamente più di 7 milioni di euro utilizzando le risorse stanziate per il 2010.

Peraltro, dell’attribuzione è stata data apposita comunicazione, in via telematica, ai singoli soggetti, lo scorso 29 gennaio. Si tratta, infatti, delle Pmi escluse negli anni precedenti dal contributo per esaurimento delle risorse stanziate e alle quali, come indicato dalla legge, è riconosciuta la priorità nell’assegnazione dei fondi stanziati per il 2010.