Enterprise

Si rafforza l’alleanza fra Ibm e Google

Silicon è il sito di tecnologia dedicato alle strategie delle aziende IT che cavalcano i nuovi trend di mercato, dal cloud computing alla virtualizzazione, dal mobile al byod. Analisi, approfondimenti, prove di app e prodotti, oltre alle notizie quotidiane, fanno di Silicon l’appuntamento giornaliero per i manager che vogliono capire come la tecnologia possa aiutarli nel fare business. Su queste tematiche Silicon realizza interviste agli attori del mercato e reportage dai principali eventi, sia in Italia sia all’estero.

I due colossi vogliono portare il cloud computing a ogni potenziale livello di utilizzo, dalla postazione individuale al business aziendale

Mentre il destino di Microsoft e Yahoo segue strade diverse, Ibm e Google hanno deciso di far convergere le loro strategie di rilascio, sposando il modello di ultima generazione denominato cloud computing.

Nei prossimi anni, i due colossi hanno infatti pianificato di rilasciare un network globale di server, al momento testato da un pool selezionato di università, che gira su macchine Linux utilizzando la virtualizzazione Xen e Apache Hadoop, un’implementazione opensource del File System Google.

Google in realtà sta già rilasciando numerosi servizi cloud-based per i propri clienti come, ad esempio, quelli e-mail o storage. Con l’eccezione dei requisiti di sicurezza, secondo il portavoce ufficiale in realtà non c’è molta differenza tra una nuvola di tipo enterprise e una di tipo consumer. Il fatto che per il business il cloud computing rappresenta un valore notevole ed è per questo che i due player hanno deciso di investire in modalità congiunta, sottolineando come alla base della collaborazione sussiste una sostanziale affinità tecnologica tra le rispettive aziende. Ibm, in particolare, è convinta che il modello cloud consentirà di raggiungere tutte le Pmi del mondo, che rappresentano per il mercato It un valore pari a 500 miliardi di dollari e che è difficile servire attraverso i tradiizali canali di vendita.

Google e Ibm potranno ampliare la loro offerta sia per il mondo business che per il mondo consumer erogando in modalità hosted tutta una serie di soluzioni applicative come word processing o calendaring attraverso sofisticati strumenti di gestione e di sicurezza, sfruttando la famiglia Tivoli di Ibm e Postini di Google. Parte integrante della strategia cloud per Ibm è la Blue Business Platform da cui il vendor intende inaugurare un marketplace online di prodotti e servizi preintegrati proprietari e di altri sviluppatori software. Gli utenti potranno così utilizzare le applicazioni acquistate in locale o sfruttando la nuvola.