EnterpriseProgettiSoftware vendor

Sap, cambiano le regole del gioco

Direttore responsabile di Silicon, ITespresso, ChannelBiz e Ubergizmo dalla nascita, ama analizzare le dinamiche del mercato IT e le strategie dei vendor. Scrive da più di vent’anni di tecnologie, acquisizioni, hardware e software. Modera convegni e seminari. In passato ha diretto Techweekeurope, Gizmodo, Vnunet, PC Magazine e PC Dealer, iniziando il percorso professionale a Computerworld Italia dopo la laurea.

Da Expo 2015 all’importanza del talenti per le aziende e la PA. Agostino Santoni, amministratore delegato di Sap Italia, ribadisce i pilastri della strategia Sap che da Hana mira al cloud computing

Il team di persone che sta lavorando a Expo 2015 è preparato e sta dimostrando forte impegno”.  Lo sostiene Agostino Santoni, amministratore delegato di Sap Italia, che per Expo sta collaborando nel progetto di gestione della contabilità, del patrimonio immobiliare e del tracciamento degli investimenti per la legge antimafia. Un caso, quello di  Expo, che dimostra come “cambiano le regole del gioco” non solo nel pubblico ma anche nel privato.

Un tema dibattuto al recente Summit a Cernobbio, giunto alla settima edizione,  alla presenza di un centinaio di manager di grandi aziende e pubbliche amministrazioni, centrali e locali. “Tutti ci siamo ritrovati sull’importanza di questo tema – precisa Santoni  – sia clienti sia partner. Perché l’It  Innovation cambia le dinamiche e le regole nella società e nelle aziende, così come il fenomeno della consumerization del ‘IT cambia profili in azienda, con un impatto significativo sulle risorse umane e sulla motivazione dei talenti”.

Talenti in azienda come “ventate di aria fresca” che vengono seguiti con percorsi di crescita e che vedono nel tema della collaboration una forte opportunità per migliorare. “C’è nelle aziende un forte legame tra risorse, innovazione tecnologica e modelli di business – continua Santoni – e l’evento di Cernobbio, che definisco una piattaforma di discussione, ne è la dimostrazione”. Qui i talenti hanno potuto incontrare executive mondiali di Sap, qui hanno potuto esprimere le loro eccellenze: sul tema delle risorse oramai è altissima l’attenzione. Non solo da parte delle aziende, best practice in casa Sap, ma anche da parte delle pubbliche amministrazione.

Cernobbio non è luogo di annunci di prodotti per Sap, ma momento per ribadire la strategia che gira attorno tre pilastri: Hana, Mobility e Cloud. Con uno sguardo anche verso i data center.
Hana, lanciato la scorsa primavera,  ad oggi conta cinque progetti italiani conclusi in aree finanza e controllo, logistica e vendita – precisa Santoni – .  E’ una soluzione che gestisce i dati in real time e cambia il modo di fare business:  è per noi la piattforma di business che abilita il modello di cloud . Il fatto che consenta di avere dati in real time la rende interessante per i settori automotive, retail, fashion e per la media azienda italiana.

Sulla Mobility e sul Cloud  grande attenzione anche alle ultime acquisizioni. “Stiamo trasformando tutte le nostre applicazioni in modalità cloud. Ad oggi siamo già sul cloud con l’offerta Erp, BI, Crn e Risorse Umane, permettendo ai clienti di scegliere se utilizzare nostri data center oppure data center presso i partner”. Non ultimo il ruolo che Sap vuole ritagliarsi nel mercato dei database, con grossi investimenti per integrare le ultime tecnologie acquisite.